Ztl in corso Vittorio, l’opposizione al sindaco: “atto di coraggio, riaprire senza fanfare e nastri da tagliare”

856

“Riaprire al transito, magari soltanto in alcune fasce orarie, corso Vittorio Emanuele, evitando ove possibile fanfare e nastri da tagliare”. Scelgono l’ironia i consiglieri di opposizione Alessandro Maira, Oscar Aiello, Gianluca Bruzzaniti, Calogero Adornetto, Salvatore Petrantoni, Oriana Mannella, Rino Bellavia e Valeria Alaimo per chiedere al sindaco ed alla giunta di rispettare gli impegni presi sulla Ztl in centro storico.

“Caro Sindaco – scrivono i consiglieri comunali d’opposizione –  tutti gli intoppi ed i ritardi per la riapertura al traffico di Corso Vittorio Emanuele, intoppi e ritardi provocati soprattutto dalle posizioni contraddittorie assunte da Lei e dalla stessa Amministrazione che ha piu’ volte sconfessato il piano per la ZTL gia’ da tempo predisposto  (si pensi ad esempio agli ultimi accordi con il gruppo “Green Block”), riteniamo che siano stati ormai superati. A questo punto in barba agli studi sulla mobilità, al piano generale del traffico e sopratutto alle mille e più riunioni ,non ritiene necessario con un bel “atto di coraggio” riordinare la riapertura di Corso Vittorio Emanuele, magari soltanto in alcune fasce orarie, evitando, ove possibile, fanfare e nastri da tagliare che sarebbero oggi inopportuni?”.

 

Commenta su Facebook