Ztl in centro storico e nuovi sensi di marcia. Il M5S: “cittadini cavie per gli esperimenti dell’amministrazione”

1127

Il Movimento 5 Stelle denuncia “situazioni paradossali” a seguito dell’istituzione della ZTL in centro storico a Caltanissetta, soprattutto in via Paolo Emiliani Giudici, arteria interessata dal nuovo piano traffico che “aggira” la Cattedrale con un percorso molto tortuoso.

il consigliere M5S Giovanni Magrì
il consigliere M5S Giovanni Magrì

Lunedì pomeriggio il consigliere comunale Giovanni Magrì del M5S si è recato presso la via P. E. Giudici a seguito dei diversi reclami ricevuti da parte dei residenti nella zona interessata.

“La situazione di grande caos e ingorghi stradali rilevata – scrive Magrì – pare sia dovuta alla decisione improvvisa dell’inversione del senso di marcia in via dei Calzolai. Gli automobilisti si sono ritrovati in una situazione paradossale, quella che fino a qualche minuto prima era la direzione di marcia consueta, con le auto posteggiate in discesa, diventa divieto di accesso e il senso di marcia viene invertito. Il fatto è grave in quanto la segnaletica era errata o addirittura assente rendendo molto pericoloso il transito”.

“I disagi verificatisi sono a mio parere gravi e frutto di decisioni prese senza una seria e approfondita valutazione delle conseguenze che ne sarebbero derivate”, dice Magrì.

“Appare evidente che le variazioni applicate nel nuovo percorso, non sono idonee rispetto al flusso di traffico che la interessa, nonché l’aumento delle emissioni di gas di scarico che graveranno maggiormente sull’inquinamento dell’aria. Mi sono intrattenuto con numerosi abitanti della zona e passanti che mi hanno manifestato in modo accalorato il disagio che stanno vivendo. Credo che i cittadini non debbano più essere cavie di esperimenti, perchè mi sembra che si stia superando ogni limite”.

“Se avessimo un vero e serio piano del traffico non occorrerebbe fare sperimentazioni che non servono ad altro che a creare disagi solo per i cittadini. E tutto questo accade dopo 17 mesi dall’ insediamento di questa amministrazione”.

Il consigliere Giovanni Magrì insieme al M5S nisseno esprime anche il suo parere sulla chiusura del traffico nel centro storico “Noi siamo contrari alla riapertura del traffico in Corso Vittorio Emanuele e parte di Corso Umberto I, il centro storico come in quasi tutte le città deve essere chiuso al traffico automobilistico ma soltanto dopo aver individuato e messo in atto le soluzioni più idonee considerando le condizioni viarie e di servizi alternativi da offrire ai cittadini così come ho già espresso con il mio voto in Consiglio Comunale e ci tengo a sottolineare che il M5S è stato l’unico a votare contro la riapertura”.

“Al momento ciò che appare è una realtà ibrida che non migliora né il traffico automobilistico né quello pedonale e pare che questo ancora non sia il progetto definitivo della nostra Amministrazione, quindi la Città dovrà aspettarsi ancora sorprese e disagi. Ancora una volta la decantata democrazia partecipata da parte del Sindaco e dalla sua maggioranza, che si innalza a paladina di cambiamento, viene accantonata; i cittadini tempo fa tramite una raccolta firme avevano espresso la loro opinione circa la chiusura e/o apertura del traffico in centro storico, raccolta che vede anche la firma del Sindaco in persona. Oggi le richieste dei cittadini che lo hanno eletto vengono ignorate, quasi con sufficienza e distacco; mi chiedo se è questo che i nisseni meritano. Il Marchese del Grillo docet”.

Commenta su Facebook