World Cup Qatar 2022 – Qualificazioni Europee Round 2 – Italia in trasferta a Sofia

73

Nell’ultimo weekend di marzo non ci sarà la Serie A a tenerci compagnia, tuttavia ci godremo il secondo round delle Qualificazioni Europee ai Mondiali di Qatar 2022. In campo il meglio del nostro continente. Spicca il match della nostra amata Italia che, dopo aver battuto nel primo turno di mercoledì l’Irlanda del Nord, scenderà in campo in Bulgaria. Occhi puntati anche sulla Francia, dopo il deludente pareggio contro l’Ucraina per 1-1. I “Blues” giocheranno in Kazakhistan. La Germania, forte del 3-0 sull’Islanda, attesa dalla temibile Romania. Inghilterra in Albania per rimanere a punteggio pieno. Spagna in Georgia alla ricerca della prima vittoria dopo l’1-1 con la Grecia. Infine la Croazia: i vicecampioni del Mondo attesi dal match casalingo contro Cipro (0-0 con la Slovacchia in un ottimo esordio) dopo l’inaspettata sconfitta di mercoledì in casa della Slovenia. Vi presentiamo alcuni dei match più interessanti del weekend.

 

Bulgaria- Italia

La Bulgaria ospita gli Azzurri nel secondo turno del Gruppo C. I Bulgari cercheranno di strappare punti utili per non perdere terreno dopo la sconfitta con la Svizzera, sconfitta maturata nei primi 15 minuti, dove i padroni di casa sono riusciti a subire 3 gol e di conseguenza a compromettere definitivamente il match.

Gli uomini di mister Mancini, dopo una prestazione altalenante con l’Irlanda del Nord, che comunque ha portato nelle tasche italiane il bottino massimo, cercheranno di ripetersi per poter ipotecare la qualificazione e non commettere gli stessi errori che costarono il Mondiale 2018 a mister Ventura.

Gli ultimi precedenti tra le due nazionali, contano due pareggi (entrambi per 2-2) e due vittorie Azzurre (entrambe di misura per 1-0)

BULGARIA (3-4-2-1): P. Iliev; Dimov, Zanev, Bozhikov; Popov, Kostadinov, Chochev, Cicinho; Despodov, Yomov; D. Iliev.

ITALIA (4-3-3): Donnarumma; Di Lorenzo, Bonucci, Acerbi, Spinazzola; Barella, Locatelli, Verratti; Chiesa, Belotti, Insigne.

 

Norvegia Turchia

I Leoni hanno iniziato il loro cammino verso Qatar 2022 battendo la modestissima Gibilterra con un netto 0-3. A “fare notizia” è la mancata rete del giovane Haaland, che sicuramente contro la Turchia, non perderà l’occasione di aumentare il proprio bottino personale. Il match valido per la seconda giornata del Gruppo G vale già la testa della classifica, dopo la sconfitta dei Paesi Bassi proprio contro la Turchia.

Turchia galvanizzata dalla ottima prestazione e dalla vittoria per 4-2 del primo turno contro i diretti avversari: l’Olanda di De ligt e De jong, e punta al primo posto del girone, che resta un concretissimo obiettivo, soprattutto se dovesse portare a casa 3 punti con la Norvegia che gli consegnerebbero il primo posto solitario. È vero, siamo soltanto alla seconda giornata di andata, ma fare 6 punti con le dirette avversarie significherebbe porre una base concreta alla qualificazione.

Norvegia(4-4-2) Jarstein; Linnes, Ajer, Strandberg, Alessami; Odegaard, Fossum, Midtsjo, Elyounoussi; King, Haaland. 

Turchia (4-5-1) Gunok; Celik, Demiral, Soyuncu, Erkin; Yazici, Turfan, Yokuslu, Calhanoglu, Karaman;Yilmaz.

 

Repubblica Ceca-Belgio

Nel Gruppo E, altro scontro al vertice. I padroni di casa, che nel primo turno hanno asfaltato i rivali Estoni per 6-2, ricevono i Diavoli Rossi in un match molto delicato che vale la testa della classifica.

Cechi che presentano un reparto offensivo “italianizzato”con Jankto (Sampdoria) e Barak(Hellas Verona) a supporto di una vecchia conoscenza del nostro campionato: Patrick Schick. I tre hanno già trovato il gol nella prima gara.

Il Belgio, dopo avere ottenuto il 3^ posto al Mondiale del 2018, ha ottenuto una sola sconfitta nelle ultime 18 uscite(Inghilterra-Belgio 2-1 UEFA Nations League). Contro la Repubblica Ceca i Diavoli Rossi cercheranno di accrescere  il proprio bilancio e di staccare i diretti avversari, per fare ciò il C.T. Roberto Martinez, risponde con la stessa moneta alla attacco “italiano” dei cechi, schierando dal primo minuto il tandem d’attacco Lukaku-Mertens .

Repubblica Ceca (4-2-3-1) Pavlenka; Boril, Kudela, Celustka, Kaderabek; Darida, Soucek; Jankto, Barak, Provod; Schick.

Belgio (4-3-3) Courtois; Alderweireld, Denayerm, Vertonghen; Meunier, Dendoncker, Tielemans, Hazard T.; De Bruyne, Lukaku, Mertens.

 

Serbia-Portogallo

Corsa a due tra Serbia e Portogallo  per la vittoria del Gruppo A. Serbi motivati dalla vittoria sull’Irlanda che ha portato grande entusiasmo in vista del match casalingo di Belgrado. La vittoria maturata al primo turno però, lascia trasparire qualche distrazione di troppo da parte della formazione Serba, che ha concesso due gol a dei modestissimi ospiti. Contro il Portogallo non sono permesse distrazioni, ogni errore potrebbe rivelarsi fatale. Dal primo minuto, ancora una volta Vlahovic, tenterà di accrescere la sua striscia realizzativa.

Prestazione sotto tono al primo turno per i Lusitani che non vanno oltre l’1-0 contro l’Azerbaigian(merito di un autogol). Per Ronaldo e compagni serve una prova di carattere e maturità mixando talento e gioco di squadra e soprattutto esperienza e giovinezza, visti i divari anagrafici presenti nei probabili 11 titolari che mister Santos manderà in campo.

SERBIA (3-4-3) Dmitrovic; Milenkovic, Mitrovic, Pavlovic; Gajic, Milinkovic Savic, Gudelj, Kostic: Tadic, Vlahovic, Jovic.

PORTOGALLO (4-3-3) Lopes; Cancelo, Dias, Duarte, Mendes; B Fernandes, Moutinho, Neves; D Jota, C Ronaldo, B Silva.

 

Croazia-Cipro

Sconfitta inaspettata per la Croazia, che nella prima gara del Gruppo H, crolla per 1-0 sul campo della Slovenia. Croati costretti ad inseguire ed a far fronte all’emergenza attaccanti, per cui il C.T. nella gara persa con la Slovenia, ha affidato il reparto a Ivan Perisic che però potrebbe lasciare spazio a Orsic, anche se l’Interista resta il favorito per fare reparto da solo.

Per Cipro tutt’altra storia rispetto ai rivali. Poche le speranze di partecipare al Mondiale 2022 anche se il percorso per i ciprioti è iniziato abbastanza bene, portando a casa un punto importante contro la Slovacchia. Poche pretese per questa squadra che proverà a portare in alto il nome della propria nazione.

CROAZIA (4-3-1-2): Livakovic; Juranovic, Skoric, Lovren, Bradaric; Kovacic, Rog, Modric; Pasalic; Viasic, Perisic. 

CIPRO (4-4-1-1): Demetriou; Psaltis, Laifis, Shelis, T.Ioannou; Pittas, Artymatas, Kousoulos, N.Ioannou; Kastanos; Sotiriou. 

 

Per non perdere le ultime notizie e rimanere sempre aggiornati, vi invitiamo a seguire la nostra pagina IG cliccando qui!

Buon fine settimana e forza Azzurri

#LaVeritàStaNelMezzo

Commenta su Facebook