cimitero-a-375x500“Sono un’anziana di 87 anni e stamattina mi sono recata nella zona nuova del cimitero di Caltanissetta dove è sepolto mio marito, accompagnata da una nipote; purtroppo le mie ginocchia non sono più quelle di una volta e camminando sul briciolino, in mezzo alla sabbia ho rischiato di cadere e farmi male”. Inizia così una lettera firmata pervenuta in redazione stamane in cui una cittadina nissena lamenta le condizioni in cui si trova la parte nuova del cimitero angeli di Caltanissetta.

“Pensavo che il Comune di Caltanissetta, a cui avevo fatto domanda per l’area nel 2006 poi assegnatami nel 2016, dopo avere riscosso migliaia di euro da me e dagli altri assegnatari iniziasse dopo anni a sistemare le strade, costruendo i marciapiedi; pensavo mettessero fontanelle con l’acqua per i fiori, invece ho dovuto pure portare l’acqua da casa, riportando invece indietro i rifiuti, visto che mancano anche i contenitori di raccolta.

Avranno cose più importanti da fare al Comune di Caltanissetta che pensare ai nostri morti.”

Lettera Firmata

  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

Lascia un commento