Vittoria netta per 6 a 0 della Pro Nissa. Torna in campo dopo un lungo infortunio il giovane Di Stefano

309

Seppur con tante assenze Graef, Colore e De Agostini su tutti, la Pro Nissa si impone vincendo per 6 a 0 sul malcapitato Sporting Alcamo. Gara mai messa in discussione,  nisseni subito padroni del gioco e avversari apparsi in chiara difficoltà sul piano tecnico e della manovra. A fare le prove generali del gol ci pensano Lo Bongiorno e Borges che al minuto 8’ e 11’ vanno vicinissimi alla rete; Rete che arriva al 12’ con Mosca che fa partire una staffilata da posizione defilata che piega le mani al portiere; Al 15’ l’occasione del raddoppio è sui piedi di La Malfa che servito da Borges in contropiede, da due passi in scivolata non trova il tempo sul pallone. Due minuto dopo è capitan Marino a realizzare la rete del raddoppio servito abilmente dal pivot brasiliano Borges. Gli avversari, frastornati, provano a portarsi timidamente avanti al 20’ , conclusione ravvicinata ma Avanzato chiude la saracinesca con un intervento da terra. Al 23’ ritorna in campo dopo un lungo infortunio il giovane Emanuele Di Stefano, buona la prova , tanta corsa e buona tecnica individuale in alcune giocate, rendendosi da subito utile ai compagni. Al 26’ arriva la rete del 3 a 0 con Lo Bongiorno. Nella ripresa stesso “cliché” ed inizia anche la girandola dei cambi per far rifiatare alcune e per dare minutaggio a chi ha giocato meno. Ma il ritmo di gioco e la qualità non è da meno; Al minuto 9’ arriva la rete del capocannoniere del torneo Borges che, su azione in velocità, deposita senza affanno alle spalle del portiere. Debutto assoluto invece per il giovane Ivan Lo piano, artefice della promozione dello scorso anno. Nei minuti finali arrivano le reti di Mosca che chiude così a tre reti personali. Fischio finale ed applausi a scena aperta dei tanti tifosi che assaporano sempre più il sogno promozione. Giornata interlocutoria perché il Cus Palermo vince in casa e resta agganciato al secondo posto ad 8 punti dai nisseni. Sabato si va a Pantelleria gara insidiosa soprattutto per la lunga trasferta che dovrà affrontare la squadra e poi tra due settimane arriva la seconda della classe. In caso di doppio successo, a quel punto si potrà seriamente parlare di impresa sportiva in casa Pro Nissa.

Commenta su Facebook