Visite ambulatoriali, Caltagirone ritira la circolare degli uffici. Petitto: “Pericolo scampato”

403

“Allo stato dell’arte non è prevista alcuna riduzione dell’attività ambulatoriale”. Lo afferma il direttore generale dell’Asp2 di Caltanissetta, Alessandro Caltagirone che ha emanato una circolare che rende inefficace una precedente comunicazione inoltrata a tutti gli ospedali della provincia di Caltanissetta dal coordinatore provinciale del Cup (su disposizione del direttore sanitario degli ospedali riuniti area nord e sud) che sospendeva l’attività ambulatoriale fino al 14 dicembre.

“Nel rispetto delle misure finalizzate alla prevenzione e al contenimento delle infezioni da Covid-19 ed alla sicurezza di tutto il personale sanitario e degli utenti, la Direzione Strategica si era prontamente attivata nell’impartire specifiche disposizioni dirette, tra le altre, a vietare all’interno delle strutture sanitarie l’ingresso alle persone non autorizzate, a sanificare i locali ed arredi nei locali ambulatoriali, a vietare gli assembramenti nelle aree interne ed esterne agli stessi presidi medici, nonché a dilazionare le visite. Scopo di quest’ultima indicazione era quello di consentire un tempo congruo tra una visita e l’altra per le attività di sanificazione e ciò ovviamente senza penalizzare le visite ambulatoriali”. Il riferimento del direttore generale è a una nota del 6 novembre scorso che sarebbe stata male interpretata da chi ha poi emanato la circolare che sospendeva le visite.

A sollevare il caso era stata ancora una volta la consigliera comunale Annalisa Petitto che adesso dopo la sua denuncia può dire: “Pericolo scampato”. Al sindaco Gambino l’esponente del Pd aveva scritto: “Si vuole evitare una commistione di utenze Covid e no Covid? Bene, la scelta di non utilizzare l’ospedale Raimondi di San Cataldo come ospedale covid dedicato, scelta dell’ASP immotivata e senza alcun criterio logico, non può certo ricadere sulla salute “ordinaria” dei nostri nisseni. La invito ad attivarsi con l’urgenza che la situazione impone affinché la Direzione Sanitaria dell’ASP ripristini, immediatamente, tutte le prestazioni ambulatoriali sospese fino al prossimo 14/12/2020”.

A meno di 24 ore è quindi arrivato il chiarimento del direttore generale dell’Asp.

“Nella considerazione che la nota posta alla base della enunciata sospensione delle attività ambulatoriali e richiamata oggi dagli organi di informazione, era frutto di una non corretta interpretazione da parte degli uffici interni delle disposizioni impartite dalla Direzione strategica – afferma Caltagirone – ho ritenuto urgente ed assolutamente doveroso intervenire con una ulteriore disposizione atta a privare di ogni efficacia la medesima nota”. “Pertanto ferme restando tutte le cautele comportamentali, nonché il rispetto di tutte le disposizioni e procedure impartite sia per quanto attiene agli operatori che all’utenza, le prestazioni ambulatoriali saranno regolarmente erogate. Ciò fino a quando la curva dei contagi in provincia di Caltanissetta permarrà in una situazione di controllo e/o non verranno impartite specifiche disposizioni dal governo nazionale o dal quello regionale”.

Commenta su Facebook