Violenza sessuale su assistente sociale. Arrestato un medico a Gela.

620

violenza-sessualeCon l’accusa di violenza sessuale aggravata e lesioni gravi ai danni di un’assistente sociale di Gela, in provincia di Caltanissetta, un medico 50enne di origine pugliese è stato arrestato dalla polizia.
L’uomo, appena rientrato dalla Colombia, è stato fermato all’aeroporto di Fiumicino da agenti della Polizia di frontiera. Il medico, in servizio nella città nissena, era stato fermato perchè aveva addosso cinque dosi di cocaina. Dopo essere stato identificato la polizia ha scoperto che il nome dell’uomo era quello denunciato dalla donna, sua coetanea di cui aveva abusato sessualmente lo scorso aprile. Secondo la denuncia presentata dalla vittima, dopo la fine del loro rapporto, il medico la perseguitava con telefonate e sms fino a che una sera con una scusa si è introdotto nella sua abitazione e dopo un’accesa discussione, l’ha picchiata e violentata. Dopo averla presa a calci e pugni, l’uomo le avrebbe detto che se non avesse ceduto ad un rapporto sessuale l’avrebbe uccisa.

Commenta su Facebook