Vinitaly 2014. Interesse per le aziende approdate con il GAL terre del nisseno

942

Giuseppe IppolitoGrande partecipazione di visitatori al Vinitaly 2014 nello spazio riservato al GAL “Terre del Nisseno”.

Una fra le maggiori novità del padiglione Sicilia al Vinitaly 2014 di Verona è stata la partecipazione dei 15 GAL Siciliani, con il coordinamento dell’Assessorato Regionale dell’Agricoltura, dello Sviluppo Rurale e della Pesca Mediterranea e dell’Istituto Regionale Vino e Olio, che hanno promosso e valorizzato la Sicilia rurale attraverso i loro prodotti tipici e il fascino di una Sicilia ancora ai più sconosciuta.

“E’ stato un successo di pubblico – dichiara il Presidente del GAL Lillo Randazzo – nello spazio riservato al GAL Terre del Nisseno. Centinaia di visitatori incuriositi dalle bellezze paesaggistiche, culturali e storico-architettoniche del territorio e dai prodotti tradizionali e tipici locali, che accompagnavano il nostro GAL nella grande piazza allestita dall’IRVO all’interno del padiglione Sicilia”.

Sono state 9 le aziende partecipanti del territorio, su circa 100 inviti inviati dal GAL alle aziende locali, che hanno fornito a titolo gratuito i prodotti per le degustazioni che si sono programmate dal 6 al 9 di Aprile al Vinitaly”.DSC00362

Dalla “Cudduredda di Delia” della ditta “Il Golosino di Genova Domenica” ai Torroni dell’Antico Torronificio Nisseno, alle colombe artigianali prodotte dalla ditta Ariston dolci di Mazzarino, al pane prodotto con farine locali fornite da “Molini Riggi” accompagnato dall’olio extravergine della ditta ex Feudo Niscima di Caltanissetta, alle erbe aromatiche prodotte dall’azienda agricola Gangi Dante di Resuttano, alle ceramiche artigianali prodotte dalla ditta Bevilacqua di Campofranco, ai vini prodotti da due piccole aziende locali, il Syrah della ditta Torliavano vini di Montedoro e il nero d’Avola prodotto dalla ditta Rampanti di Riesi.

Un momento importante si è svolto giorno 07 Aprile quando Gaetano Basile giornalista freelance, volto noto nella promozione dell’agroalimentare siciliano, ha raccontato il nostro territorio. Tra gli ospiti abbiamo avuto la presenza del Ministro dell’Interno Angelino Alfano, del Sottosegretario all’Agricoltura Giuseppe Castiglione, dell’ex Assessore all’Agricoltura Dario Cartabellotta e del Direttore Generale Rosaria Barresi accompagnati da molte autorità locali Venete e da giornalisti di settore che hanno avuto modo di apprezzare le nostre bellezze paesaggistiche e di gustare i nostri prodotti.

“Il GAL “Terre del Nisseno”- continua Randazzo – è impegnato in una serrata campagna di promozione del territorio attraverso una vera organizzazione dell’offerta territoriale di qualità con azioni coordinate e finalizzate a fare ripartire l’agricoltura, l’agroalimentare e l’artigianato di qualità legandoli fortemente al turismo rurale ed enogastronomico. Quello che auspichiamo è che, con il nostro Piano di Sviluppo Rurale, si possano strutturare al meglio, insieme ai 16 Comuni partner e agli operatori turistici locali, i percorsi di visitazione del territorio e si possa finalmente raggiungere un livello alto di offerta territoriale e di accoglienza stimolando tutte le aziende agrituristiche, i tanti B&B e le strutture alberghiere ad incrementare i servizi di accoglienza turistica”.

Commenta su Facebook