Ville comunali chiuse, il Partito Democratico: "le teniamo aperte noi"

1025

Sarebbero disposti, tramite simpatizzanti iscritti e volontari, a tenerle aperte loro, pur di evitarne la triste chiusura. Parliamo delle ville comunali e degli spazi pubblici di quartiere chiusi, per i quali il Partito Democratico sollecita l’amministrazione Ruvolo. Da villa Monica a villa Amedeo, dal parco Robinson alla stessa villa Cordova, chiusa alle 20,00 quando in centro storico ci sono centinaia di persone a passeggio.
“Riceviamo lamentele per la frequente non apertura di Villa Amedeo e di Parco Robinson. Ciò avverrebbe per la mancanza di personale sostitutivo, per il periodico esaurimento dei fondi destinati ai lavoratori del reddito minimo d’inserimento (RMI) e più in generale per una carenza di organizzazione e gestione di detto servizio”, scrive la segreteria cittadina del PD a Ruvolo.
Il Partito Democratico di Caltanissetta esprime sincera solidarietà ai Lavoratori RMI, “che continuano a vivere nella precarietà e nell’incertezza delle esigue entrate, aspettando una stabilizzazione che tarda ad arrivare”.
Ingresso-viale-AmedeoContemporaneamente il PD  “ritiene non in linea con quanto l’Amministrazione Ruvolo ha portato avanti in questi mesi, in termini di fruibilità dei luoghi di aggregazione destinati ai cittadini, la periodica mancata apertura dei pochi spazi verdi fruibili della città, utilizzati per il tempo libero e lo sport da ragazzi, adulti, bambini e famiglie”.
“A ciò aggiungiamo la lamentela della mai avvenuta reale riapertura di Villa Monica”.
Quindi la proposta, un po’ provocatoria ma reale: “diamo la disponibilità all’Amministrazione Ruvolo dei nostri iscritti e simpatizzanti per garantire, straordinariamente e in caso di emergenza, l’apertura delle Ville comunali, scongiurando così le suddette temporanee, spiacevoli e spesso prevedibili chiusure al pubblico”.

Commenta su Facebook