Villa Monica chiusa e piena di erbacce. La Commissione Ambiente elenca gli interventi necessari

880

Doveva essere affidata entro questa settimana al comitato di quartiere, e invece rimane al momento chiusa e zeppa di sterpaglie e alberi pericolosamente non potati.
Parliamo di Villa Monica, piccolo ma essenziale (in quanto unico) spazio verde e area giochi per bambini in via Turati. Il sindaco Giovanni Ruvolo la scorsa settimana, durante la conferenza stampa in cui ha illustrato le attività di un anno di amministrazione aveva detto che entro questa settimana sarebbe stata siglata la convenzione con il comitato i quartiere per aprirla al pubblico.
La terza Commissione consiliare Ambiente, presieduta da Salvatore Mazza, ha scritto una nota indirizzata al sindaco, Giovanni Ruvolo, e agli assessori, Marina Castiglione, Massimiliano Centorbi e Amedeo Falci, con la quale indica agli amministratori le soluzioni riguardo la fruibilità di Villa Monica in via Turati, a seguito di una serie di sopralluoghi, l’ultimo dei quali il 25 giugno scorso.villa-monicathumb300x300
Si va dal personale di servizio per la custodia ad eventuali opere da realizzare per migliorarne il decoro. In merito al primo punto la Commissione evidenzia che la Villa non è fruibile da diversi mesi per problemi connessi alla indisponibilità del personale preposto, così come riferito dal Dott. Petrotto, funzionario del comune che ha assistito alla visita. La commissione ambiente chiede dunque di affrontare la questione nel più breve tempo possibile per collocare personale del Comune in qualità di custode oppure stipulare apposito protocollo di intesa con associazioni o comitati di quartiere finalizzato alla gestione della medesima.
In merito al decoro, la Commissione ha ravvisato alcune criticità. Innanzitutto va fatta la pulizia di tutto il sito intesa non solo come rimozione dei rifiuti presenti ma anche come pulizia del terreno per la presenza di sfalci di potatura (si evidenzia la presenza di cumuli di sfalci secchi che potrebbero prendere fuoco causando danni a cose e/o persone).Salvatore-Mazza
Serve potare alcuni alberi la cui presenza di rami ad altezza di bambino rappresentano un pericolo e poi sistemare tutta la parte posteriore dell’area dove la presenza di alcuni giochi per bambini (ad esempio l’altalena) non si ritiene possano più essere a norma di sicurezza.
Realizzare bagni pubblici all’interno della villa e predisporre una recinzione per delimitare la zona adiacente la copertura dei box presenti nella parte posteriore dell’area, in quanto il parapetto può essere facilmente scavalcato dai bambini che sarebbero esposti a rischi di caduta.
Si dovrebbe poi procedere alla piantumazione di piante ornamentali ad integrazione di quelle esistenti e installare cestini per la raccolta differenziati dei rifiuti, installare apposito cartello riportante gli orari di apertura e chiusura nonché le norme per la fruizione di Villa Monica.
Installare apposita insegna riportante la denominazione dell’area (ad esempio “Comune di Caltanissetta – Villa Monica”) e infine rimuovere il cartello indicante “Divieto di Transito” posto all’ingresso della Villa (lato sinistro) in quanto non pertinente.

Commenta su Facebook