Villa Amedeo chiusa a nonni e bambini. Custodi in malattia, domani riapre

1027

Due custodi su tre sono in malattia e una villa comunale chiude. E’ accaduto oggi a Villa Amedeo e dell’episodio se ne sono accorti alcuni genitori che hanno trovato sbarrati i cancelli della villa, senza che all’utenza venissero spiegate le ragioni della chiusura in una giornata soleggiata.
Proprio oggi due custodi sui tre in pianta organica non si sono presentati in servizio perché in malattia. Assenti giustificati, dunque. Il terzo addetto è stato dirottato alla villa Cordova, effettivamente aperta al pubblico. Una circostanza che è stata confermata dall’assessore con delega al Verde pubblico, Amedeo Falci, il quale ha allargato le braccia davanti a questa situazione di impasse legata ai problemi di organico. Falci ha comunque rassicurato che il giardino comunale di viale Regina Margherita da domani – Mercoledì Santo – sarà aperto al pubblico. Che la fruizione degli spazi pubblici sia subordinata allo stato di salute dei dipendenti comunali è effettivamente qualcosa di imbarazzante anche perché è un problema già registrato alcune settimane fa a Villa Amedeo inaccessibile per diversi giorni fin quando il Comune – sollecitato anche da una interrogazione del consigliere forzista Oscar Aiello – reperì i custodi tra il personale comunale.
Gli spazi pubblici di socializzazione e aggregazione a Caltanissetta necessiterebbero forse di maggiore personale e di progettualità. Sta di fatto che anche altri luoghi fino a poco tempo fa indispensabili per lo svago dei bambini, in una città che offre loro pochi spazi, sono ormai chiusi da mesi. E’ il caso di Villa Monica in via Turati, i cui cancelli sono tristemente chiusi.

Commenta su Facebook