Video su Tik Tok di un medico del S.Elia, scoppia il caso. Il sindaco chiede all’Asp di fare chiarezza

E’ diventato un caso il video postato su Tik Tok (e adesso rimosso), pubblicato da una dottoressa in servizio al pronto soccorso covid dell’ospedale S.Elia. Il video ritrae il medico in alcuni balletti corredati da frasi. Una di queste è: “Quando hai finito il turno e non hai ucciso nessuno e puoi tornare a casa a dormire”. A sollevare il caso è stato Vincenzo Mattina, padre del giovane Mirko Mattina scomparso a fine dicembre dopo un ricovero al S.Elia in cui era entrato in codice verde 26 ore prima.

“La mia vicinanza a Vincenzo Mattina per il dolore che prova quotidianamente e il coraggio nella ricerca continua della verità sulla morte del giovane Mirko – scrive il sindaco di Caltanissetta Roberto Gambino -. Rispetto al video in cui mi si chiama in causa, ho già chiesto per le vie brevi ai vertici dell’Asp (e lo reitero pubblicamente) che si faccia luce sulla vicenda che riguarda la dottoressa del pronto soccorso ed il video postato su Tik Tok. Ci sono delle frasi incaute che si scrivono e si pronunciano, a maggior ragione possono diventare lesive se chi scrive ha un ruolo pubblico ed i medici sono dei pubblici ufficiali. Credo che sia necessario abbassare i toni in generale e lavorare in silenzio con la riservatezza che il ruolo impone a beneficio della collettività. Certo la vita privata è vita privata e si esplica senza divisa indosso e possibilmente non dandola in pasto ai social. Ma questa è una scelta personale. Ma fino a quando si indossa una divisa non c’è vita privata che tenga. Sono certo che su questa storia sarà fatta l’opportuna chiarezza a tutela di tutte le parti interessate”.

Il video intanto è stato rimosso dall’utente. Come riporta seguonews.it la direzione dell’ospedale S.Elia ha avviato un’indagine interna.

Commenta su Facebook