Il Vescovo Mario Russotto inaugura la “Culla per la vita”. Marilia Turco, presidente Rotary: “donare dà gioia”.

È l’Istituto Signore della Città di Caltanissetta  ad ospitare, dopo Catania e Palermo,  la terza “Culla per la vita” della Sicilia. Dono del Rotary di Caltanissetta presieduto dall’avv. Marilia Turco, la culla accoglierà i bambini che dovessero essere abbandonati dalla madre. Un sistema di allarme, in caso di utilizzo, avvertirà i Carabinieri e il 118 che interverranno prontamente per apportare al neonato le cure del caso.

L'avv. Marilia Turco durante il suo intervento
L’avv. Marilia Turco durante il suo intervento

Progettata dall’arch. Fabio Cortese per la parte tecnica e dall’ing. Marco Vassallo per la parte elettronica, la Culla è stata inaugurata dal Vescovo Mario Russotto alla presenza dei massimi rappresentanti del Rotary, di autorità civili e militari  e di un folto pubblico emotivamente coinvolto in un evento così insolito. Presenti anche il direttore generale ASP Carmelo Iacono, il responsabile del 118 Giuseppe Misuraca e il primario di pediatria dell’Ospedale S.Elia, Giuseppe Cavaleri che hanno firmato con Suor Ida, Superiora dell’Istituto, un protocollo d’intesa volto a proteggere l’eventuale “ospite” della Culla.

Intervista al presidente del Rotary nisseno, avv. Marilia Turco

“Installare qui la culla per la vita – ha detto il Vescovo durante l’omelia –   con le nuove tecnologie che rispettano la privacy, significa davvero volere la solidarietà  di vita, significa cogliere la vita, significa garantire la vita  a un bambino”.

Intervista al Direttore generale ASP 2 Carmelo Iacono

Dopo la Messa, celebrata dal Vescovo Russotto, e dai sacerdoti  padre Lillo Panepinto, padre Salvatore Lovetere e padre Vincenzo Giovino,

Marilia-Turco-Tiziana-Amato-Valerio-Cimino-e-Gabriella-Tomai
Marilia Turco, TizianaAmato, Valerio Cimino e Gabriella Tomai

tutti fuori per assistere all’inaugurazione della magica culla che tutti fissavano come a cercare di immaginarvi dentro un bambino che, nella sua sfortuna, ha avuto la fortuna di imbattersi nella generosità dell’uomo.

“Ci auguriamo tutti che la culla per la vita  non sia utilizzata – ha detto il presidente del Rotary Marilia Turco nel momento della inaugurazione – ma ove dovesse servire a donare la vita ad un bimbo che non può essere tenuto dai propri genitori, dalla propria mamma che l’ha procreato, che possa essere utilizzata. E l’averla dedicata ad Aldo (Naro, ndr) è anzitutto un segno di dono alla vita”.

Intervista all’arch. Fabio Cortese progettista della Culla

A questo punto Marilia Turco – cosa che le fa onore – si è fatta vincere dall’emozione e ha dovuto cedere il microfono al Vescovo. Le fa onore, dicevamo, perché quando la voce viene rotta dall’emozione, il motivo è da ricercare nella sincerità delle parole che si stavano pronunciando.

Intervista all’ ing. Marco Vassallo progettista della parte elettronica della Culla

Tutto questo, nel giorno in cui sia l’avv. Marilia Turco sia l’arch. Fabio Cortese compivano gli anni. Avranno voluto farsi questo regalo? Può darsi, perché come la presidente del Rotary ha sottolineato nell’intervista rilasciataci, “donare dà gioia e riempie la vita”.

FOTOGALLERY

Nota della Redazione:

a tutti coloro che volessero scaricare una o più foto pubblicate nell’articolo e/o nella fotogallery seguente, per farne uso pubblico, ricordiamo di citare la fonte “Radio Cl1″                                                                              

Cliccare sulle foto per ingrandirle e salvarle

 

 

Commenta su Facebook