Vertenza Scat, la commissione trasparenza prende le distanze dal comunicato Udc

La VII Commissione Consiliare, prende le distanze da quanto comunicato a mezzo stampa dal gruppo consiliare dell’UDC.”La commissione, per maggior chiarezza – afferma il presidente Salvatore Petrantoni-  ritiene altresì doveroso comunicare l’evoluzione degli avvenimenti che riguardano la vicenda in oggetto, ovvero che l’assessore al ramo, dott. Tricoli, ha ritenuto di dover comunicare alla commissione quanto stava accadendo relativamente alla vicenda SCAT, proponendo alla commissione VII le diverse soluzioni a chiusura dell’annosa vicenda”.

La commissione ha ritenuto “non esprimersi sulla vicenda in attesa di ulteriori informazioni tecniche, rinviando così la trattazione dell’argomento”.

“Con una olimpionica fuga in avanti, il gruppo consiliare dell’UDC ha ritenuto opportuno affermare, non solo che la transazione con la SCAT fosse stata chiusa grazie all’Assessore (loro Assessore), cosa al momento non vera, ma ha deciso di parlare anche per conto della commissione Trasparenza, che non aveva e non ha ancora espresso parere sulla vicenda”.

“Risulta quantomeno sgradevole, nonché politicamente scorretto che un gruppo consiliare, motu proprio, si esprima anche per conto di una commissione, distorcendo oltretutto la veridicità degli accadimenti”.

La commissione, stamani, ha nuovamente ascoltato l’Assessore Tricoli, il quale, “dopo aver preso le doverose distanze dal comunicato a firma UDC, ha dichiarato che non esiste al momento nessuna transazione, che nessun documento d’accordo è stato prodotto nella famigerata riunione con i vertici della Scat, ne tanto meno che ad oggi si abbia soluzione definitiva sulla vicenda, se non una semplice interlocuzione fra le parti”.

La commissione VII, con l’auspicio che la la situazione Scat si risolva nel più breve tempo possibile, “continuerà a verificare che ogni atto comunale possegga i fondamentali principi di legittimità e trasparenza”.

Commenta su Facebook