Vertenza lavoratori del Cara di Pian del lago. Proclamato lo sciopero per il 17 febbraio

482

I sindacati proclamano lo sciopero degli operatori del Centro d’accoglienza di Pian del lago per il prossimo 17 febbraio. E’ quanto emerso al termine del tavolo tenutosi all’ufficio provinciale del lavoro nella giornata di martedì. Una riunione interlocutoria e non risolutiva in cui i sindacati hanno per la prima volta preso visione dell’offerta tecnica migliorativa della società che si è aggiudicata la gestione del Cara e del Cda di Pian del Lago.

“Abbiamo preso visione dell’offerta tecnica che ad un primo esame non è soddisfacente. Ci riserviamo di presentare una proposta sulla base di un conteggio che faremo noi tenendo conto del contratto collettivo e nel rispetto delle ore lavorative degli operatori”. Ad affermarlo a margine dell’incontro di eiri è la segretaria generale della Fp Cisl, Floriana Russo Introito.

L’offerta tecnica prevede un incremento delle unità. “Aumentano le unità ma riduce per ciascuno il numero di ore” spiega la segretaria Fp Cisl. Un altro aspetto che viene sottolineato dai sindacati riguarda le mansioni con cui verrebbero inquadrati gli operatori.

“Il presidio dei lavoratori rimane in viale Regina Margherita e poiché non è stato convocato nessun tavolo di raffreddamento trascorsi i 5 giorni dalla nostra richiesta, è stato proclamato lo sciopero per il 17 febbraio”.

Il sindacato chiede che vengano rispettati i termini previsti dal bando. “E’ chiaro che tutte le migliorie devono essere tradotte in termini di unità lavorative e orario di lavoro ovvero le 36 ore. Se parliamo di unità lavorativa significa che parliamo di 36 ore a settimana”.

Commenta su Facebook