Vertenza Caltaqua. In Prefettura l'accordo per i contratti di solidarietà. Il Prefetto Valente: "messi in sicurezza posti di lavoro".

714

Prefetto Carmine ValenteE’ stato raggiunto in Prefettura l’accordo tra Caltaqua, sindacati e Confindustria, per il mantenimento dei livelli occupazionali e scongiurare così i 48 licenziamenti dei lavoratori posti in mobilità. Una lunga e difficile mediazione che si è risolta con quello che il Prefetto, Carmine Valente, definisce “un accordo che mette in sicurezza i posti di lavoro”.

“E’ il primo passo verso un accordo generale sul risanamento finanziario e sulle progettualità future – ha detto il Prefetto Carmine Valente – ma oggi abbiamo messo in sicurezza il posto di lavoro per 48 dipendenti ed è questa la cosa più importante”. L’attività di mediazione svolta ha consentito alle parti di raggiungere un’intesa che sarà formalizzata a seguire presso l’ufficio provinciale del lavoro con cui verrà garantito ai dipendenti interessati la conservazione del posto di lavoro ed avviate le basi per un accordo di solidarietà. I “contratti di solidarietà”, prevedono il principio “lavorare meno per lavorare tutti” e la loro applicazione passa per una riduzione minima applicata su una platea più vasta di lavoratori dell’orario, consentendo di mantenere tutti i lavoratori di Caltaqua in organico.  All’incontro erano presenti il Sindaco Michele Campisi, il direttore provinciale dell’Ufficio del Lavoro, Claudio Cortese, il direttore di Confindustria, Giovanni Crescente, il direttore generale e i vertici di Caltaqua, nonché i rappresentanti dei sindacati provinciali Cgil, Cisl e Uil. Unanime apprezzamento e soddisfazione, da parte delle componenti sociali, politiche e sindacali, sono stati espressi per avere scongiurato pesanti ricadute sulla situazione personale degli interessati e delle loro famiglie e i connessi riflessi negativi sulla realtà economica territoriale già fortemente provata.

L’accordo è stato raggiunto dalle parti in tarda mattinata. Nel primo pomeriggio si è riunita un’infuocata assemblea dei lavoratori nella sede centrale di Caltaqua, nella quale i sindacati di categoria, hanno spiegato i termini del “contratto di solidarietà” e il risultato raggiunto al termine della procedura di composizione della controversia. Il tavolo prefettizio al contempo ha posto le basi per un’azione comune e sinergica di istituzioni, enti, associazioni di categoria e sindacati, affinché Caltaqua possa presentare in tempi brevi i progetti di investimento alla Regione chiamata al cofinanziamento degli interventi.

Commenta su Facebook