Verso i referendum. Assemblea cittadina della Cgil a Niscemi

756

Si è tenuta presso la biblioteca del Comune di Niscemi l’assemblea cittadina organizzata dallo SPI CGIL provinciale (il sindacato dei pensionati della CGIL) e dalla CGIL di Niscemi. Ad introdurre i lavori Nino Giannone – Segretrario Generale Provinciale SPI CGIL ed a seguire gli interventi di Pino Pardo (segretario CGIL Niscemi), Ignazio Giudice Segretario Generale CGIL Caltanissetta e Maurizio Calà leader dei pensionati CGIL in Sicilia. Presente anche Donatella Massa componente segreteria regionale SPI CGIL.

IMG-20170316-WA0020Numerosi i pensionati che hanno partecipato all’assemblea, la prima che il sindacato promuove a 48 ore dalla fissazione della data del referendum del 28 Maggio. I relatori hanno evidenziato il complesso percorso che ha portato il maggior sindacato italiano a raccogliere 3 milioni di firme per la “Carta dei diritti Universali” e la proposta che mira ad a abrogare i voucher definiti dagli stessi “un’ulteriore forma di sfruttamento che nega il diritto alla maternità, alla malattia ed alla pensione”.

L’ altra proposta riguarda l’introduzione della responsabilità in solido negli appalti che spesso vedono come vittime i lavoratori che lavorano e poi rincorrono nei Tribunali l’impresa che non gli paga il salario. Le assemblee dello SPI CGIL e di tutte le categorie produttive proseguiranno e si intensificheranno attravesando tutti i Comuni, i luoghi di lavoro e le associazioni che con noi – affermano i sindacalisti- denunciano l’impoverimento di interi nuclei familiari che sempre più vivono grazie alla pensione dei genitori e de nonni. Una storia innaturale che ha bisogno di essere cambiata a favore dei giovani e delle famiglie.

Commenta su Facebook