Verso la proroga della zona rossa a Mazzarino, sospetti su variante delta in circolazione. Positivi alcuni vaccinati

Si va verso una proroga della zona rossa a Mazzarino. Le restrizioni in vigore dal 3 al 14 luglio potrebbero essere prolungate di almeno un’altra settimana visto l’alto numero dei contagi negli ultimi sette giorni che si aggirano intorno a 90 unità.

Lo conferma il sindaco Vincenzo Marino spiegando che ai 143 attualmente positivi si aggiungeranno nelle prossime ore diversi tamponi che negli ultimi due giorni hanno dato esito positivo. “L’altro ieri sono stati seguiti circa 200 tamponi molecolari e tanti sono risultati positivi. Abbiamo fatto uno screening in un centro estivo e alcuni bimbi sono risultati positivi così come alcuni animatori. Abbiamo un numero settimanale intorno a 90 positivi, una situazione che preoccupa. Chi ne paga le conseguenze sono i cittadini che rispettano le regole e gli operatori economici che stanno subendo danni notevoli. Venerdì in Prefettura incontrerò i sindacati e spero che il Governo sia sensibile” commenta Marino a Radio CL1.

Non si esclude che l’alta contagiosità di questo virus sia riconducibile alla variante Delta anche se servono approfondimenti e riscontri per confermare tale ipotesi. “Per dire che sia la Delta i tamponi vanno processati però l’alta contagiosità ce lo fa sospettare. Rispetto ai primi positivi oggi la maggior parte dei contagiati anche se paucisintomatici hanno febbre e tosse e quindi penso che sia una variante anche per la presenza di alcuni soggetti vaccinati che sono positivi” spiega il sindaco che è anche un medico.

“Mi appello ai controlli ma soprattutto al senso di responsabilità dei miei concittadini, ogni contatto potrebbe essere un contagio dobbiamo cercare di restare a casa”.

L’intervista al sindaco di Mazzarino in onda nel radiogiornale del 14 luglio

Commenta su Facebook