Venditori scorretti. Con cartellino "Poste" per proporre contratti energia. Denunciato

474

Nel pomeriggio di martedì 25 febbraio, i poliziotti della Sezione Volanti, sono intervenuti in via Pietro Nenni, a seguito di segnalazione al 113. Due individui che si presentavano come impiegati di Poste Italiane, con il cartellino dell’ente attaccato alla giacca, proponevano la sottoscrizione di contratti con una società di energia elettrica. Gli agenti hanno intercettato i due giovani sottoponendoli a controllo. Uno di essi era in possesso di un cartellino di Poste Italiane pur non avendo alcun rapporto di lavoro con le Poste. Condotti in questura sono stati identificati un soggetto ennese di 24 anni e un nisseno di anni 23, entrambi incensurati. In realtà sono due procacciatori di contratti per una società di energia elettrica. L’escamotage del cartellino delle poste italiane, usato per carpire la fiducia delle persone, è costato al giovane ennese una denuncia per il reato di usurpazioni di funzioni pubbliche, in quanto non era autorizzato ad apporre il cartellino delle Poste Italiane.

Commenta su Facebook