Vecchi volumi a rischio? Fake news che scredita il Comune di Caltanissetta

473

E’ totalmente destituita di fondamento la notizia riguardante il rischio di distruzione di una raccolta di delibere del periodo post-unitario, custodita in alcuni locali al piano terra di Palazzo del Carmine.

L’Amministrazione comunale di Caltanissetta smentisce il contenuto delle segnalazioni apparse sui social network in cui si paventava il rischio distruzione di vecchi archivi di atti amministrativi.

Il Sindaco, Giovanni Ruvolo, non appena informato, ha immediatamente disposto un controllo da cui è scaturita un’indagine interna a Palazzo del Carmine per stabilire la paternità della diffusione di notizie false, peraltro corredate da fotografie di luoghi non aperti al pubblico.

«Non si stava buttando nulla, i registri contenenti le delibere risalenti al periodo della seconda metà dell’800 si trovano lì da tempo – spiega l’Amministrazione -. Nei locali dell’archivio sono stati acquistati degli armadi proprio per queste tipologie di volumi. A quanto pare qualcuno li ha consultati, riponendoli su un tavolo e, successivamente, su una pedana all’interno del locale che è custodito e chiuso a chiave».

In alcune foto divulgate sui social network si vedono i volumi con affianco dei sacchi neri, avvalorando in modo tendenzioso l’asserito rischio che gli stessi fossero destinati alla distruzione. Sui social qualcuno si è spinto a riferire che si trovassero in strada, circostanza destituita di qualsiasi fondamento. I sacchi neri all’interno dei locali dell’archivio, a dispetto della voluminosità, avevano un peso irrisorio in quanto contenevano esclusivamente documenti dell’Anagrafe da mandare al macero, passati al tritacarte in un locale attiguo e posizionati lì provvisoriamente.

«Pur essendo stati collocati in modo non consono, nelle vicinanze dei vecchi registri, non significa certo che i sacchi andassero smaltiti insieme ai volumi», conclude l’Amministrazione. La raccolta delle delibere sarà adesso ricollocata negli armadi dei locali dell’archivio di Palazzo del Carmine. I volumi potranno essere posizionati in biblioteca dopo un’attenta catalogazione da parte dei dipendenti comunali in possesso delle specifiche competenze per valutarne il valore storico.

L’Amministrazione si riserva di tutelarsi nei confronti di chi ha diffuso queste notizie false procurando un ingiustificato allarme con il risultato di screditare l’immagine del Comune di Caltanissetta.

Commenta su Facebook