Vassallaggi, il Comune di San Cataldo firma convenzione ma non invita Italia Nostra. Janni: “Atto grave e privo di stile”

499

Italia Nostra Sicilia ha organizzato e coordinato, insieme all’Associazione “AttivArci insieme” di San Cataldo, lo scorso 20 maggio 2018, un’importante manifestazione nazionale a Vassallaggi (la “Giornata dei Beni Comuni di Italia Nostra” – 
http://www.italianostra.org/ii-giornata-nazionale-dei-beni-comuni-di-italia-nostra-conoscere-tutelare-valorizzare-vassallaggi/
http://www.italianostra.org/il-presente-e-il-futuro-di-vassallaggi-san-cataldo-caltanissetta/), per evidenziare le risorse e insieme le problematiche legate a questo peculiare sito archeologico. Congiuntamente abbiamo sollecitato e stiamo sollecitando l’Assessore regionale dei Beni Culturali a predisporre adeguate risorse economico-finanziarie per la tutela e la valorizzazione di Vassallaggi. Adesso, veniamo a sapere da Facebook, che per venerdì 13 luglio 2018, l’Amministrazione comunale sancataldese ha organizzato Runa conferenza stampa in cui verranno annunciate “grandi novità” in ordine al sito di Vassallaggi, e in cui si sottolinea – con fastidievole enfasi – la presenza (nella conferenza stampa) del Soprintendente dei Beni Culturali di Caltanissetta. Noi di Italia Nostra non siamo stati invitati. Consideriamo questo atto dell’Amministrazione comunale sancataldese grave e privo di stile nei confronti di un’Associazione nazionale autorevole, rigorosa e coerente. Un’Associazione che opera sotto l’Alto Patronato della Presidenza della Repubblica Italiana. Un’Associazione attiva nel nostro Paese dal 1955 – http://www.italianostra.org/chi-siamo/una-storia-lunga-oltre-50-anni/) . Ricordo, infine, che solo a seguito di un esposto e di un’intervista al TgR Sicilia dello scrivente la questione del brutale taglio del bosco di
Gabara ebbe la dovuta attenzione da parte della Regione Siciliana e dell’opinione pubblica.

Leandro Janni
Presidente regionale di Italia Nostra Sicilia

Commenta su Facebook