Vaccini per gli over 80. Cos’è accaduto e cosa viene suggerito di fare

773

I centri di vaccinazione della provincia di Caltanissetta ai blocchi di partenza per l’avvio della campagna riservata alla popolazione over 80 che partirà il prossimo 20 febbraio. In provincia sono già 4 mila le prenotazioni effettuate su una platea di 17 mila aventi diritto. Ieri le prenotazioni sulla provincia sono state sospese poiché quelle già accettate hanno coperto l’attuale disponibilità di vaccini anti covid. Ma nuove forniture arriveranno con continuità in questi giorni e nelle prossime settimane.

“Dal 20 febbraio – spiega Benedetto Trobia, responsabile vaccinazioni anti covid dell’Asp nissena – inizieremo a vaccinare i soggetti ultra ottantenni della provincia sia nell’ambulatorio vaccinale di Caltanissetta al primo piano dell’ospedale Sant’Elia e nella struttura in allestimento agli Angeli che su Gela e dal 1 marzo partiremo con le somministrazioni a domicilio, in quest’ultimo caso circa 25 al giorno. Le agende prevedono la somministrazione di 100 vaccini giornalieri su Caltanissetta e 80 su Gela, quindi oltre 200 vaccini al giorno per il periodo di apertura. Abbiamo oltre 4 mila prenotati in provincia di Caltanissetta a fronte di oltre 17 mila aventi diritto. L’apertura della agende avviene in base all’arrivo dei vaccini. Ci sono stati malumori e critiche, il portale è per tutta la Sicilia e le agende vengono aperte di pari passo all’arrivo dei vaccini. Soltanto gli ultra ottantenni saranno vaccinati e se qualcuno è riuscito a prenotarsi in altro modo non sarà sottoposto all’inoculazione”.

Alcuni utenti del capoluogo ad esempio, non hanno potuto prenotare su Caltanissetta poiché nel menu del portale web non era più possibile e per questo hanno cliccato su Gela. Una circostanza che ha generato malcontento e disorientamento nella popolazione. “Evidentemente – spiega Trobia – i posti su Caltanissetta ieri erano esauriti e l’utente che andava a prenotare vedeva la disponibilità di Gela. Ma questo è dovuto alla disponibilità dei vaccini. Ieri la disponibilità si è comunque esaurita sia a Caltanissetta che a Gela e in atto le prenotazioni sono temporaneamente chiuse”.

Un disguido che non dipende direttamente dall’Asp nissena ma che poteva essere previsto per tempo dall’assessorato alla Salute. Il portale messo a disposizione dalle Poste carica automaticamente i centri vaccinali più vicini al cittadino. Nel momento in cui le dosi prenotabili in una città sono finite, il portale indica le altre disponibili. Ma trattandosi di una popolazione over 80 andava comunicato in anticipo che le prenotazioni sarebbero andate di pari passo con l’arrivo delle dosi di vaccino di modo che le persone anziane avrebbero atteso la disponibilità anziché prenotare altrove. “Il suggerimento in questi casi – spiega Trobia – è quello di temporeggiare perché i vaccini arriveranno per tutti”.

Intanto sono arrivate in provincia di Caltanissetta le prime dosi del vaccino AstraZeneca. “Attendiamo indicazioni su come e quando partire sulla popolazione target tra i 18 ed i 55 anni, se con i docenti o con le forze di Polizia. Attendiamo una nota dall’assessorato e penso che al massimo la prossima settimana inizieremo anche questa somministrazione”.

Infine un suggerimento pratico. Su internet e nei siti istituzionali dell’Asp e della Regione è possibile trovare i moduli di consenso da compilare prima della somministrazione del vaccino. Gli stessi moduli saranno a disposizione dei cittadini presso i centri vaccinali ma arrivare sul posto con le carte già compilate consentirà di velocizzare le operazioni per tutti.

Commenta su Facebook