Usura tra Canicattì e San Cataldo. 11 presunti "strozzini" vanno sotto processo. Tassi fino al 750%

1202

Di Natale ConferenzaA finire nella morsa degli strozzini sarebbero stati tre imprenditori di Canicattì, ma tra le vittime ci sono anche commercianti e artigiani che hanno raccontato che per poche migliaia di euro ricevuti in prestito, sarebbero stati costretti a pagare tassi di interesse oscillanti tra il 10 e il 90 per cento. Undici presunti usurai sono stati rinviati a giudizio. Lo ha deciso il gup del tribunale di Agrigento, Valerio D’Andria, che ha fissato al 10 ottobre l’inizio del processo. Gli imputati sono: Giuseppe Lo Brutto, 40 anni; Angelo Gloria, 49 anni; Antonio Maira, 61 anni; Giuseppe Zucchetto, 39 anni; Calogero Liuzzi, 32 anni; Ivan Sciabbarrasi, 35 anni; Giuseppe Maira, 58 anni; Antonio Gianluca Canicattì, 28 anni, tutti di Canicattì. Angelo Valletta, 58 anni, di Enna e Giuseppe Liuzzi, 30 anni, di San Cataldo, Caltanissetta. L’indagine dei Carabinieri, coordinati dal procuratore capo Renato Di Natale, ha permesso di accertare che il giro di usura toccava tassi d’interesse fino a raggiungere il 750 per cento.

Commenta su Facebook