Urla, minacce e manate. Ventenne incontenibile denunciata dalla Polizia

900

Denunciata per resistenza e lesioni a pubblico ufficiale e rifiuto di fornire le proprie generalità una ventenne del capoluogo.
Questo l’esito di un intervento dei poliziotti di quartiere in Via Berengario Gaetani per un’accesa lite tra cinque donne, le cui urla hanno attirato la loro attenzione mentre transitavano in corso Vittorio Emanuele.
Quattro donne inveivano verbalmente contro una ragazza, insultandosi a vicenda. Gli agenti, con non poca fatica, hanno cercato di portare la calma tra le donne, appartenenti allo stesso nucleo familiare, che stavano litigando con la ragazza per alcuni dissidi.
Convinte le quattro signore più grandi ad allontanarsi, la ragazza ventenne ha continuato a sbraitare, minacciando di raggiungerle a casa per “ammazzarle”.
A quel punto la ragazza si è scatenata contro i poliziotti di quartiere, insultandoli, minacciandoli e rifiutando di fornire i documenti d’identità.
Condotta in Questura, il copione messo in scena dalla ventenne non è cambiato, nonostante la denuncia in stato di libertà per i reati di resistenza e lesioni a pubblico ufficiale e rifiuto di fornire le proprie generalità.
Uno dei due agenti, nelle concitate fasi ha riportato leggere escoriazioni e tumefazioni al labbro con una prognosi di due giorni.

Commenta su Facebook