Un'ora in sala d'attesa con dolori al petto. Muore imprenditore 53enne di Gela

1223

Tragedia all’ospedale “Vittorio Emanuele” di Gela. Un imprenditore edile, Carmelo Pesarini di 53 anni, è morto domenica sera. Mentre attendeva il proprio turno al Pronto soccorso è stato colto improvvisamente da un malore, accasciandosi per terra sotto gli occhi di altre persone. Pesarini è stato subito soccorso dai medici ma ogni tentativo di rianimazione è stato inutile. I familiari, in preda allo sconforto, hanno sfogato la rabbia danneggiando alcuni arredi del presidio ospedaliero, in particolare è stata divelta la porta di accesso alle stanze di emergenza del Pronto soccorso. Il motivo di tanta rabbia è dato dal fatto che il 53enne era rimasto un’ora in sala d’attesa con dolori al petto. La madre è svenuta nel nosocomio quando ha appreso della morte improvvisa del figlio. Al Pronto soccorso sono intervenuti i poliziotti del Commissariato di Gela, allertati dai parenti dell’impresario la cui salma è stata trasferita all’obitorio ospedaliero, in attesa delle disposizioni della Procura di Gela. “Vogliamo giustizia – ha detto il fratello Roberto Pesarini – Non si può morire in questo modo”.

Commenta su Facebook