Unioni civili, Pagano (Ncd), "evitare deriva ideologica"

748

“La reversibilità delle pensioni e’ solo uno dei grossi problemi per cui il ddl Cirinnà  e’ irricevibile. Ma l’aspetto più importante e insormontabile e’ l’equiparazione delle unioni civili al matrimonio tra un uomo e una donna, anticamera per le adozioni gay, che minerebbe di fatto le fondamenta antropologiche della nostra società . Su questo non faremo sconti. La presentazione di 3mila emendamenti da parte dei senatori di AP e’ solo l’inizio di questa battaglia, che vede da un lato chi effettivamente sostiene la famiglia naturale e, dall’altro, chi invece la considera un bancomat o un passe-partout per imporre, come vuole fare il PD, una visione ideologica e utopistica”. Lo dichiara il deputato Alessandro Pagano. “Bisogna mobilitarsi, sensibilizzare l’opinione pubblica con iniziative culturali, di formazione e di informazione, con veglie analoghe a quelle promosse dalle ‘Sentinelle in Piedi’ e sostenere tutte quelle associazioni pro family e pro life. Nessuno – prosegue Pagano – può  tirarsi indietro. In quest’ottica e’ necessario che tutto l’associazionismo, di qualsiasi credo e religione, faccia fronte comune contro una deriva che può’ essere bloccata solo con la forza delle idee e dei numeri”. (ITALPRESS)

Commenta su Facebook