Un posto di lavoro per battere l'omertà. Offerta di imprenditore vittima di furti e intimidazioni

586

Escavatore rubato Icaro ecologyGela (Caltanissetta)-“Offro un posto di lavoro, a tempo determinato, alla persona che saprà fornire informazioni utili al ritrovamento del materiale e dei mezzi meccanici che sono stati rubati la notte scorsa dal mio cantiere incustodito di contrada Piana del Signore”.

La singolare “taglia”, sugli autori del furto da 100 mila euro, è stata offerta da un imprenditore edile di Gela (Caltanissetta), Gianfranco Caccamo, di 43 anni, titolare della ditta “Icaro Ecology”, impegnata in lavori – insieme alla ex municipalizzata Amia – nella discarica di Bellolampo, a Palermo, Mazzarino (Caltanissetta) e Gela, dove per conto dell’Eni sta bonificando la discarica di fosfogessi. L’azione dei ladri, che nella notte tra sabato e domenica hanno trafugato due furgoni Ford Transit, un escavatore, alcuni gruppi elettrogeni, martelli pneumatici, intere bobine di cavi elettrici e gasolio, ha messo in ginocchio l’impresa e i suoi 20 dipendenti. Secondo Caccamo si tratta di un furto su commissione. “Da anni – ha detto ai cronisti – subisco atti intimidatori di ogni tipo, dal recapito di proiettili ai furti, agli incendi di automobili e macchinari e nonostante tutto continuo a operare in questa città dilaniata dalla delinquenza e dalla disoccupazione”.

Il sito web della IcaroUn cantiere“Il materiale rubato – spiega l’imprenditore – è indispensabile per garantire alla Icaro Ecology il prosieguo dell’attività e assicurare lo stipendio ai miei collaboratori. Per questo faccio appello ai gelesi onesti affinchè diano alla polizia, presso cui ho sporto denuncia, gli indizi necessari per individuare coloro o colui che si è reso colpevole di questo vile gesto”. Per scoprire i ladri, Caccamo fa affidamento se non sul senso civico della gente quantomeno sullo stato di necessità delle famiglie. “Sono sicuro – dice l’imprenditore – che un contratto di lavoro in questo particolare momento di crisi economico-finanziaria avrà la meglio sull’omertà, qualcuno, prima o poi, li tradirà: un passante, un conoscente, un vicino di casa. Offro un anno di lavoro, ma se il dipendente si comporta bene potrà rimanere a tempo indeterminato”. Intanto, bisogna andare avanti e l’appaltatore sta cercando di noleggiare altri mezzi per onorare i contratti. Gianfranco Caccamo, sposato, padre di tre figli, è un imprenditore coraggioso, molto attento a ciò che avviene nella società civile. La sua Icaro Ecology srl, da diversi anni, partecipa attivamente alla crescita sociale della città, sponsorizzando una delle più belle realtà sportive della provincia (il Basket Gela di cui è amministratore delegato) e sostenendo varie iniziative culturali e benefiche.

“Questa mia iniziativa, che non vuole essere una provocazione, è un incentivo volto a isolare quelle persone – conclude – che con simili gesti minano lo sviluppo dell’economia di una città già in crisi profonda da decine di anni. Voglio continuare a operare in questa città dove sono certo che il lavoro vincerà sulla delinquenza e isolerà di conseguenza i parassiti e coloro che con azioni intimidatorie tarpano le ali a chi lavora onestamente e investe i propri capitali con grandi rischi e sacrifici”.

Fonte ANSA

Commenta su Facebook