Alle 16,00 in Cattedrale i funerali di Saro Zappia

4844

Si terranno alle 16,00 di lunedì pomeriggio in Cattedrale i funerali di Saro Zappia.

Molti lo conoscevano come Saro formen, così come del resto lui stesso si faceva chiamare nel suo profilo Facebook, dove campeggia la scritta “dal 1963”. Basta questo a far capire la portata del personaggio, un artigiano, un acconciatore nisseno con oltre cinquant’anni di storia professionale alle spalle.

Se n’è andato oggi pomeriggio, come si apprende dalle prime informazioni, Saro Zappia 66 anni. Alle 15,00 era a casa in poltrona, quando dopo un malore ha chiamato i suoi cari, ma il malore è stato fulminante, non c’è stato tempo per i soccorsi, giunti subito sul posto.

Saro Zappia è stato anche un cittadino che ha amato Caltanissetta. Per i bambini dei rioni popolari, nei giorni di chiusura, le domeniche, invece di staccare, riposarsi, continuava il suo lavoro, ma in modo solidale e gratuito. Faceva i capelli gratuitamente ai bambini e ai ragazzini.

Dal suo negozio sono passati tutti i personaggi della città, ma anche le persone che magari non potevano permettersi un taglio di capelli. Per loro Saro Zappia ha sempre tenuto aperta la porta. Con cadenza settimanale si occupava dei più deboli, dei malati ad esempio. Si recava a casa i di chi aveva particolari problemi, anche di salute, e a domicilio regalava un po’ di ristoro, in tutti i sensi, con la sua professionalità, ma anche la sensibilità.

E proprio per questo, oltre per aver avviato al lavoro numerosi ragazzi che poi hanno intrapreso la professione, per aver dato egli stesso tanto lavoro a chi ha prestato servizio presso la sua barberia, che Saro Zappia era stato insignito qualche anno fa dal Prefetto, dell’onorificenza di Cavaliere del Lavoro. A dieci anni, aveva iniziato a praticare la professione di barbiere in una barberia di via Alaimo, dove aveva iniziato come ragazzo di bottega. Un avvio di professione da Saro rivendicato sempre con orgoglio,.

Saro Zappia era anche un devoto mariano, del Santo Rosario, e per questo il modo migliore per stare vicino alla famiglia, alle figlie Rosangela e Catia è quello di rispettare la sua devozione con la preghiera.

Alla luce di quanto accaduto, gli imprenditori, esercenti e artiglianti di “Caltanissetta Young” che avevano organizzato la manifestazione “Festa dello Shopping”, hanno annullato l’evento di venerdì che doveva partire proprio oggi pomeriggio da Viale Sicilia.

Alla famiglia Zappia le condoglianze della redazione e del direttore di Radio CL1

 

Commenta su Facebook