Un enorme albero di Natale, ideato da Filippo La Porta, accende le speranze dei commercianti nisseni.

5531

L'albero illuminatoSabato 22 novembre, un’idea semplice quanto geniale, ha radunato centinaia di persone all’inizio di via Kennedy davanti i negozi “Milord Club” di Filippo La Porta e “Max Mara” della sorella Giovanna. L’intraprendente commerciante nisseno, sfruttando un tratto di parete libera del palazzo ex Di Prima dove è ubicato il suo negozio, ha fatto collocare, a forma di albero di Natale, migliaia di lucine natalizie che partendo dal piano terra arrivano in cima al palazzo. Da parecchi giorni si parlava dell’inaugurazione di questo albero secondo, per altezza, soltanto a quello esistente in Brasile alto 78 metri. Tutto è avvenuto secondo un copione concordato con gli altri negozianti  i quali hanno spento tutte le luminarie verdi che contornavano le loro vetrine per poi riaccenderle contemporaneamente ad un segnale prestabilito. L’accensione simultanea di tutte queste luci, comprese quelle dell’albero di Natale, hanno fatto esplodere un lungo applauso da parte delle centinaia di persone che assistevano all’evento.

Intervista a Filippo La Porta titolare di “Milord Club”

È stata una festa sottolineata dalla presenza di tanti bambini, seduti a terra in prima fila. “Sto offrendo l’albero – ci dice il titolare del negozio Milord Club – a Giovanna La Porta (al centro) con alcune sue amichetutti i nisseni e spero che quest’albero porti a tutti, soprattutto ai commercianti, un po’ di ottimismo che li spinga ad inventare sempre qualcosa che incrementi il turismo e creare eventi di un certo spessore per portare più persone nella nostra città che si è un po’ spenta negli ultimi anni”. Abbiamo voluto chiedergli se la chiusura di corso Vittorio Emanuele avesse portato qualche beneficio alla zona in cui si trova il suo negozio e la risposta è stata inequivocabile: “sono molto amareggiato per il centro che è stato chiuso perché questo rappresenta un doppio danno per tutti. Mezza Caltanissetta chiusa significa che la metà delle persone vanno altrove a fare lo shopping”.

Quello che rovina tutto – continua con una certa amarezza Filippo La Porta – è la difficoltà a metterci tutti d’accordo per seguire una linea di condotta coerente univoca e costruttiva.

“Quando si hanno praterie da conquistare – dice ai nostri microfoni il Sindaco Ruvolo –  c’è solo da mettersi in marcia e muoversi in questa direzione”.

Intervista al Sindaco Giovanni Ruvolo

DSC_0086Una serata di allegria, dicevamo, animata anche dalla diretta che Radio cl1 ha mandato in onda e durante la quale le spassose interviste di Donatello Polizzi, condotte tra il serio ed il facèto, hanno regalato anche ai presenti degli apprezzati momenti di ilarità. Ruolo importantissimo, dobbiamo riconoscerlo, quello affidato alla scuola di danza “Scarpette Rosse” di Francesca Gallina che con le sue ballerine, piccole e grandi, ha offerto ai presenti uno spettacolo piacevolissimo e coinvolgente.

Nulla vogliamo togliere alle difficoltà che i commercianti stanno attraversando da un po’ di tempo a questa parte però – ed in questo siamo d’accordo con Filippo La porta – piangersi addosso non serve a nulla anzi, innesca un circolo vizioso di pessimismo e rassegnazione che può soltanto peggiorare la situazione.

 

Nota della Redazione: a tutti coloro che volessero scaricare una o più foto pubblicate nell’articolo e/o nella fotogallery, per farne uso pubblico, ricordiamo che la legge impone di citare la fonte e, quindi, nel caso specifico “Radio cl1″

Cliccare sulle foto per ingrandirle 

Commenta su Facebook