Un concorso di pittura per celebrare i 40 anni della scuola “Don Milani”

Sono passati quaranta anni, o meglio ci si accinge a quella ricorrenza , da quando in fondo alla via Turati nasceva la “Don Milani”, la scuola elementare, oggi primaria, che raccoglieva alunni di un giovane quartiere in espansione e alunni dell’Istituto Testasecca. Nel corso degli anni la realtà si è modificata, il quartiere si è ampiamente espanso e anche la scuola – il “Sesto circolo Don Milani” – ha vissuto una realtà in crescita in parallelo con il quartiere. Con il passare del tempo e in seguito all’espansione urbanistica la “Scuola nuova di via Turati” non riusciva più a contenere i suoi tanti alunni che anno dopo anno chiedevano l’iscrizione, per cui il naturale ampliamento del Sesto Circolo sfocia nell’ edificazione del plesso Gianni Rodari. Oggi dopo tanto tempo, 40 anni per l’appunto, la realtà della “Don Milani” è adulta e composita; oggi è l’Istituto comprensivo Don Lorenzo Milani, formato dalle scuole dell’infanzia Aldo Moro, Don Milani e di via Turati, dalle scuole primarie Don Lorenzo Milani e Gianni Rodari e dalla scuola secondaria di 1° grado Filippo Cordova. Tanto tempo è passato ma il ricordo di quei primi anni è ancora vivo nel dirigente scolastico e nel corpo docenti – che hanno raccolto il testimone consegnato dai tanti colleghi che si sono succeduti sulle cattedre della Don Milani – e lo spirito, la “Mission” , si usa dire oggi, è sempre lo stesso , quello cioè che fece scegliere di intitolare la scuola a Don Lorenzo Milani, sacerdote toscano , innovativo, socialmente attivo per l’impegno civile nei confronti degli ultimi. Oggi più che mai l’”I CARE” di Don Milani (letteralmente mi importa, mi interessa, ho a cuore) è espressione fondante e significativa che attraversa e pervade l’offerta formativa dell’I.C. Don L. Milani.

Fedeli a quel mandato tutt’oggi attuale l’istituto comprensivo Don Lorenzo Milani, guidato dal Dirigente Scolastico Prof. Luigia Maria Emilia Perricone, vuole ricordare nel corso del 2017 la ricorrenza dei suoi quarant’anni nonché, cosa ancora più importante, vuole celebrare il cinquantesimo della scomparsa del sacerdote pedagogista Don Lorenzo Milani. Pertanto , l’I.C. Don Milani inizia un percorso celebrativo, con il lancio di due concorsi grafico-pittorici, uno interno – “Tre cartoline per Don Milani” – dedicato ai propri alunni ed uno esterno – “Omaggio a Don Milani” – indirizzato a tutti gli alunni degli istituti comprensivi della città a voler simboleggiare che Don Milani è patrimonio culturale di tutti. Entrambi i concorsi prevedono la realizzazione di prodotti grafico-pittorici sulla figura e sull’opera del sacerdote pedagogista. L’interesse dimostrato verso tutti indifferentemente, in particolare verso coloro che sono posti al margine della società, si presta ad essere interpretato e sviluppato attraverso le più diverse tecniche in elaborati grafici che rispecchino lo spirito della sua opera; saranno ammessi al concorso anche ritratti o prodotti di grafica computerizzata. I partecipanti dovranno far pervenire le proprie opere alla segreteria dell’I. C. Don L. Milani dal 8 gennaio al 23 gennaio 2017 così come specificato nel bando che è reperibile presso il sito web della scuola don Milani ed è stato inviato a tutti gli istituti comprensivi della città. Il bando prevede tre sezioni concorsuali dedicate rispettivamente alla scuola dell’infanzia, alla scuola primaria e alla scuola secondaria di primo grado. I vincitori saranno premiati con una targa ed un buono dal valore di € 80.00 al termine di una cerimonia pubblica. Ai classificati al secondo e al terzo posto sarà consegnata una targa. In particolare il concorso riservato agli alunni della Don Milani prevede anche che gli elaborati risultati vincitori saranno riprodotti in formato cartolina (con annullo postale) in occasione del Convegno “Don Milani: lungimiranza e attualità del suo insegnamento” (maggio 2017) convegno il quale vuole rappresentare il momento finale del programma commemorativo della figura di Don Milani che si svolgerà durante tutto il corso dell’anno scolastico e che prevede varie e diversificate iniziative.

Il Dirigente
Scolastico
Prof. Luigia Maria Emilia
Perricone

 

Commenta su Facebook