Un camper per i diritti dei lavoratori stranieri nelle campagne. A Caltanissetta con il progetto Su.Pr.Eme

Da settembre nel territorio della provincia nissena è operativo un camper medico-sanitario supportato da una struttura multidisciplinare con l’obiettivo di sensibilizzare la popolazione straniera alla conoscenza di informazioni di base sulla salute e di agevolare il loro accesso ai servizi sanitari. Ne dà notizia la Prefettura che è stata interessata dall’assessorato regionale al Lavoro per implementare il progetto Su.Pr.Eme. Si tratta di percorsi individualizzati di Uscita dallo Sfruttamento lavorativo che hanno l’obiettivo di assicurare misure per l’integrazione socio-lavorativa dei cittadini extracomunitari e di prevenzione e contrasto allo sfruttamento della manodopera straniera nel settore agricolo della provincia di Caltanissetta.

Nell’ambito dei sopra citati interventi in corso di svolgimento in favore della popolazione straniera è altresì prevista la distribuzione di kit igienico-sanitario, unitamente a materiale informativo riportante i riferimenti e la mappatura dei servizi sanitari territoriali, prefigurandosi gli stessi come utili momenti itineranti di informazione sanitaria e di orientamento legale per i cittadini extracomunitari.

Il progetto in argomento, che si inquadra proficuamente nei processi di integrazione valorizzati da questa Prefettura in ambito provinciale, verrà realizzato con un intervento complementare a valere sulle misure emergenziali del Fondo Asilo Migrazione e Integrazione, inserendosi nell’ambito del Piano Triennale di contrasto allo sfruttamento lavorativo in agricoltura e al caporalato promosso dal Ministero del Lavoro e delle Politiche Sociali.

 

Commenta su Facebook