Un arresto fulminante, poi il decesso. Cordoglio per l'ex comandante della Municipale, Biagio Bruno

1777

Se n’è andato all’ora di pranzo, mentre era in compagnia dei suoi cari, il comandante della Polizia Municipale in pensione, Biagio Bruno, 74 anni.
Un arresto cardiaco senza alcun preavviso lo ha colto durante il pranzo di capodanno, nella sua abitazione dove si trovava insieme alla famiglia. I primi a soccorrere Bruno sono stati i parenti, in particolare il genero del comandante, medico, che ha tentato una disperata rianimazione con la respirazione artificiale in attesa dei soccorsi. Dopo pochi minuti è arrivata l’ambulanza con un defibrillatore, ma ormai non c’era nulla da fare.

Il Comandante Biagio Bruno
Il Comandante Biagio Bruno

Apprezzato comandante dei vigili urbani per circa un trentennio, Biagio Bruno lascia la moglie Emanuela Colajanni, le figlie Paola e Marina e tre nipoti. Alla famiglia si sono stretti amici e numerosi vigili, ex colleghi in pensione e vigili in servizio al Comando del Comune di Caltanissetta che si sono recati presso l’abitazione del comandante.
Biagio Bruno, Comandante abile e intelligente alla guida di un Corpo non facile per ampiezza dei compiti, ha sempre motivato i suoi uomini, che negli anni con lui hanno legato un rapporto indissolubile di amicizia, prima ancora che di stima.
Da definire la data dei funerali.

Commenta su Facebook