Un anno di amministrazione Ruvolo. Ncd al sindaco: "Amiamo la città, vogliamo che questa giunta governi"

714

(riceviamo e pubblichiamo) La conferenza stampa del primo anno del Sindaco Ruvolo e della sua Amministrazione è stata proprio quella che ci aspettavamo.

Un ennesima occasione per far sognare l’ascoltatore nel tentativo di dissimulare quanto ormai è noto alla Cittadinanza, ovvero l’assenza di programmazione di una Giunta che dichiara di guardare al futuro mentre non riesce neanche a rincorrere il presente.
Più volte ci siamo soffermati sull’aumento della pressione fiscale locale ai livelli massimi, mentre si proclama il bilancio partecipato, sul rallentamento e in alcuni casi blocco dei lavori di riqualificazione del centro storico iniziati dalla Giunta precedente, mentre si proclama il cambiamento epocale nella riappropriazione degli spazi dell’identità collettiva, sulla non attivazione di servizi essenziali nel campo della solidarietà sociale a causa di evidenti problemi gestionali e la disorganizzazione diffusa di tutti i servizi comunali con malcontento di tutto il personale e dell’utenza, mentre si parla dell’amministrazione di una città europea.
Ultima chicca il regolamento sulla partecipazione presentato alla conferenza stampa, mentre l’associazionismo, quello autentico, giorno dopo giorno prende le distanze dall’Amministrazione della Città.
Potremmo continuare oltre, ma qui ci fermiamo, ritenendo che sia una responsabilità dell’Alleanza per la Città canalizzare le proprie, speriamo non più esiziali, forze per stimolare l’Amministrazione che sostiene, piuttosto che sprecarle nell’ormai fallito tentativo di cancellare ogni traccia dell’operato della Giunta Campisi, che oggi rappresenta il senso di colpa di un intera improbabile classe Dirigente.
Dovremmo essere contenti come opposizione, rivendicare il diritto a urlare “ve l’avevamo detto”.
Non è così. Non ci appartiene il “tanto peggio tanto meglio”. Noi amiamo la città e vogliamo che questa Giunta la governi.
Abbiamo colto con ottimismo i toni pacati dell’Assessore Pastorello che sta tentando di ricostruire un rapporto con le opposizioni, con la Giunta Precedente, tutto quanto purtroppo non vediamo nel Sindaco, che ogni giorno si arrocca sempre più in una insidiosissima torre d’avorio, invece di fare ciò a questo punto dovrebbe: un sereno esame di coscienza ed un buon bagno di umiltà.
Noi non ci scoraggeremo e continueremo lealmente a giocare il nostro ruolo di opposizione costruttiva e propositiva.
Il coordinamento cittadino NCD

Commenta su Facebook