Ucraina, la Cassa edile di Caltanissetta crea un fondo in favore di chi ospita profughi

Un fondo di solidarieta’ a sostegno delle famiglie di Caltanissetta che decidono di ospitare profughi ucraini che stanno fuggendo dalla guerra. E’ quanto ha deciso la Cassa edile di Caltanissetta, nel corso dell’incontro che si e’ tenuto con i rappresentanti delle sigle sindacali del settore edile, e al quale hanno partecipato, tra gli altri, il presidente dell’Ance di Caltanissetta, Claudio Mingoia, il segretario regionale della Filca, Paolo D’Anca, il segretario provinciale di Caltanissetta, Franco Sodano, il segretario provinciale della Fellea Cgil, Francesco Cosca, Francesco Mudaro e Nunzio Mangione, in rappresentanza della Feneal Uil. “Un piccolo gesto – spiegano in una nota congiunta i tre segretari – per sostenere le famiglie della nostra provincia che si stanno mettendo a disposizione per accogliere questa gente disperata, che si e’ vista privata di ogni cosa”. Nel corso dell’incontro e’ stato anche rinnovato il contratto integrativo provinciale di Caltanissetta che “aumenta il salario degli edili nisseni ma soprattutto incrementa, con le prestazioni significative della cassa edile, il sostegno alle loro famiglie”. (ANSA).

Commenta su Facebook