Ucraina, Caltanissetta pronta a ospitare i primi profughi. “Dobbiamo arrivare a 58 per organizzare un pullman”

Giovanni Guarino, imprenditore di Caltanissetta e già assessore del Comune capoluogo lancia un appello alle famiglie nissene che possono ospitare profughi ucraini. Guarino insieme ad altri nisseni sta organizzando un pullman per fare arrivare persone in fuga dalla guerra. Diverse famiglie nissene hanno già dato la propria disponibilità ad accogliere profughi. “Abbiamo famiglie disponibili ad accogliere 30 profughi, dobbiamo arrivare a 58 per chiudere almeno un pulman”, spiega Guarino. Ad oggi oltre 600 mila ucraini sono in fuga dai bombardamenti russi ad un ritmo di 100 mila al giorno. La maggior parte si sono riversati in Polonia e da lì vengono condotti in diverse località europee e italiane dove si è attivata una catena di solidarietà.

“Le notizie che giornalmente arrivano dall’Ucraina, il coraggio di questo popolo, le condizioni dei profughi e le probabili evoluzioni di questa crisi, non possono vederci assenti. Stiamo organizzando l’accoglienza presso la nostra città di profughi ucraini. Si pregano pertanto tutte le famiglie disponibili all’accoglienza, che si aggiungono ai sottoscrittori di questo documento, di contattarci al fine di poter valutare ed organizzare il trasferimento dai luoghi di guerra. Certi che questo invito non resti inascoltato”.

Chi volesse rendersi disponibile può chiamare il numero 335452195.

 

Commenta su Facebook