Uccisa a 23 anni davanti la bimba. Confessa il camionista 54enne di Niscemi

844

Uccisa a 23 anni davanti la propria figlia, una bambina di soli due anni. Vittima una giovane rumena da tempo residente a Niscemi, Ana Maria Florin, assassinata con cinque colpi di pistola, uno alla testa, dall’ex compagno, un camionista di 54 anni, Santo Pisano, geloso della donna che lui stesso aveva lasciato domenica dopo sei mesi di relazione.

Il camionista ha confessato il suo delitto davanti al magistrato della Procura di Gela. Ha ucciso la donna nel cuore del centro storico di Niscemi, in via Guido Rossa. Dopo averla raggiunta a casa di un’amica, l’ha bloccata sull’uscio, non lasciandole scampo. La furia omicida e’ esplosa lunedì sera intorno alle 19, in un quartiere popolare di Niscemi, sotto gli occhi terrorizzati di una bambina di due anni, figlia della vittima, nata da una precedente relazione.

Pisano, sarebbe stato infastidito dal comportamento della giovane abituata ad incontrare anche altri uomini e proprio per questo l’aveva lasciata, provvedendo egli stesso a collocarla a casa di u’amica comune. Almeno cinque i colpi di pistola esplosi dall’uomo con una 357 magnum che deteneva legalmente a casa, ma che non era autorizzato a portare in giro. Illese ma sotto choc la padrona di casa e la figlioletta della romena.

Pisano, fuggito a piedi, tra la folla, e con l’arma ancora in pugno,si è fermato in piazza martiri delle Foibe ed ha confessato telefonicamente l’omicidio ai carabinieri. Nel frattempo è stato raggiunto da una volante del commissariato di Polizia.

Nella notte ha confessato il delitto davanti il pm, Antonio D’Antona del tribunale di Gela.

 

Commenta su Facebook