"Tutti a tavola", serata conclusiva del Grest a Niscima

807

Protagonisti a Niscima della brillante serata conclusiva di lunedì scorso, 27 luglio, i bimbi del Grest, appuntamento che ormai si ripete nella parrocchia Santa Rosalia da ben quattro anni.
«56 i bambini protagonisti, provenienti da diversi quartieri della città, 24 gli animatori – hanno detto i responsabili Salvatore Trabonella e Simone Maira – che dal 13 al 24 luglio hanno pranzato ogni giorno insieme, in linea con il tema del Grest 2015: “TUTTI A TAVOLA”.
«Si è data grande attenzione alla tavola – hanno commentato i responsabili – sia sul piano della corretta e sana alimentazione sia, metaforicamente, sul piano della relazione sociale: dialogo, comunicazione, collaborazione, corretta educazione, rispetto degli altri e reintegrazione nella comunità».
«Questa è la grande tavola – hanno continuato – dove ci siamo seduti ed abbiamo condiviso ogni giorno, grandi e piccini, i giochi, le tante attività svolte nei laboratori, i sorrisi, irimproveri, le regole e cosa più importante la parola di Dio».
«L’invito rivolto a questi bambini – ha spiegato Salvatore Trabonella – è di ascoltare l’artista che è nascosto in ognuno di loro, di abbracciarlo ed imparare ad essere una cosa sola con lui perrealizzare i propri sogni».
«La speranza – ha concluso Trabonella – è di aver acceso nei bimbi una piccola luce per non arrendersi mai di fronte alla vita, spiegando loro di non aver paura dei sentimenti e di seguire la luce di Dio che li accompagnerà sempre. Dovranno ricordare sempre la parola “amore” che ha dato vita a Dio tra noi. Dio non dovranno cercarlo tra le stelle ma soltanto nelle due parole “amore” ed “umanità”».
«La tenerezza sia degli animatori sia dei bambini al primo giorno di grest – ha aggiunto Simone Maira – quando ancora non ci si conosceva e c’era tanta diffidenza e timidezza negli occhi poi subito si è trasformata in gioia e fiducia reciproca con scandite, ogni secondo, minuto, ora e giorno di queste due settimane di grest, dalle parole “condividere”, “ringraziare”, “invitare” e “gustare”».

Commenta su Facebook