Truffa commessa nel 2010, ai domiciliari un trentasettenne di Niscemi

198

La Polizia di Stato ha eseguito a Niscemi un provvedimento restrittivo della libertà personale nei confronti di un condannato per truffa. L’uomo deve espiare la pena della reclusione a un anno e sei mesi per il reato commesso nel 2010. Il niscemese Sentina Francesco, trentasettenne, potrà scontare la pena di un anno e sei mesi ai domiciliari. La truffa venne commessa a Vittoria.

Commenta su Facebook