Tromba d’aria tra Canicattì e Serradifalco, insegne e alberi sradicati. Strade invase dal fango in diversi Comuni

Il maltempo flagella l’entroterra nisseno con strade invase dal fango e una tromba d’aria che in giornata ha attraversato i territori da Canicattì a Serradifalco.

In provincia di Caltanissetta, a Serradifalco, una tromba d’aria ha sradicato ulivi secolari lungo la statale 122; il tratto ferroviario tra la statale 640 e il passaggio a livello di Serradifalco è interrotto; collegamento interrotto nella statale 122 tra Canicattì e Caltanissetta, in contrada Salice.

A Marianopoli il sindaco Salvatore Noto ha emanato un avviso di procedere con prudenza sulla strada provinciale 44 per caltanissetta per la presenza di fango e detriti sulla strada.

A Sommatino il sindaco Elisa Carbone è stata impegnata tutta la giornata con l’ufficio tecnico in attività di sopralluogo per verificare i danni ed intraprendere le azioni volte ad eliminare le criticità. “Abbiamo già verificato che il fango arrivato in corso Pio La Torre proveniva da uno smottamento di un terreno, se così non fosse stato, grazie anche all’attività di pulizia delle caditoie realizzata in questi anni, non ci sarebbero stati disagi e la pioggia sarebbe defluita come accaduto in altre zone del paese. Esprimiamo vicinanza a chi ha subito danni, invitiamo chiunque ne avesse bisogno a contattare gli uffici comunali e raccomandiamo a tutti di usare la massima prudenza” ha dichiarato la prima cittadina.

Per la giornata di domani la situazione non migliorerà stando al bollettino della Protezione civile regionale che ha emanato un’allerta meteo arancione per rischio idrogeologico su tutta la Sicilia e allerta meteo arancione per rischio idraulico in diverse zone dell’Isola tra cui la provincia di Caltanissetta.

Leggi qui il bollettino della Protezione Civile per domani

 

Commenta su Facebook