Treno deragliato lì per due settimane, il sindaco “intervenga il Genio Militare”. Crocetta: “vertice lunedì prossimo”

4594

Dopo il deragliamento di un treno sulla tratta Catania – Palermo, che ha lasciato ulteriormente isolate le zone del centro Sicilia, essendo ancora oggi chiuso quel tratto ferroviario, il sindaco di Caltanissetta Giovanni Ruvolo denuncia l’isolamento del comprensorio e chiede l’intervento del genio militare.

Intanto il presidente Crocetta ha convocato un vertice (ma soltanto lunedì, ndr.) a Palazzo d’Orleans insieme all’assessorato Infrastrutture, Territorio e Ambiente, Protezione civile, ferrovie dello Stato, Anas e Cas per affrontare la situazione che si è determinata in seguito al maltempo su ferrovie e strade siciliane.

“Occorre ripristinare immediatamente la viabilità interrotta – afferma Crocetta – attraverso lo sforzo congiunto di cooperazione da parte di tutti gli enti interessati, fissando un piano immediato di lavoro che ripristini una condizione accettabile di comunicazioni e trasporti”.

IMG_1633Il problema è che non si è ancora riusciti a rimettere il treno deragliato sui binari, un’operazione che si è rivelata tutt’altro che semplice, anche per il tratto in cui si è verificato quello che tecnicamente chiamano uno svio. A ciò si aggiunge la viabilità bloccata su tutto il Vallone a causa di frane e fango sulle strade.

Un grido d’aiuto arriva dal sindaco di Caltanissetta, Giovanni Ruvolo.

“Caltanissetta e l’area centrale della Sicilia sono in uno stato di sostanziale isolamento territoriale ora anche a causa dell’interruzione della linea ferroviaria fino a Palermo, che si va aggiungere alle croniche difficoltà connesse ai collegamenti stradali. Si intervenga immediatamente per ripristinare rapidamente una condizione minima di agibilità, affinché i danni ai cittadini non siano irreparabili”. Lo afferma in una nota il sindaco di Caltanissetta Giovanni Ruvolo che con l’assessore Marina Castiglione è in stretto contatto coi vertici operativi di Trenitalia e Fs per fare rimuovere dai binari il treno deragliato nei giorni scorsi, ripristinando il collegamento ferroviario, anche se a quanto pare ci vorranno almeno due settimane.

“Il governo nazionale, la Regione ma anche la Deputazione -ha aggiunto il primo cittadino nisseno- facciano fronte comune per aiutare Caltanissetta con tutta la sua provincia e il comprensorio centrale dell’isola a superare al più presto questa vera e propria calamità che si è abbattuta sul nostro territorio con gravissime ripercussioni sull’economia e lo sviluppo, per via di condizioni infrastrutturali insostenibili con cui siamo costretti a convivere”.

Per fronteggiare l’emergenza Ruvolo sollecita “l’intervento del Genio militare per accelerare al massimo gli interventi se necessario lavorando anche di notte; l’immediata proclamazione dello stato di emergenza e di calamità; l’attivazione di tutte le procedure fiscali e tributarie compensative per le aziende e i cittadini, penalizzati dai gravi danni conseguenti al maltempo”.

Commenta su Facebook