Trasferta tormentata per "L'ultima Cena" a Expo. Aiello: "ci sono ancora i tempi tecnici per il restauro?"

635

“Mentre il Sindaco Giovanni Ruvolo continua ad affermare sulla stampa che la Vara verrà esposta all’Expo, i lavori di restauro necessari per consentire il trasferimento de “L’Ultima Cena” a Milano non sono ancora iniziati. La Vara andrà quindi all’Expo oppure è l’ennesimo annuncio pubblicitario dell’Amministrazione Oscar AielloRuvolo?” A chiederlo con un’interrogazione è il Consigliere Comunale di Forza Italia, Oscar Aiello, che chiede di fare definitiva chiarezza su tempi e modalità del presunto trasferimento. “Il Sindaco Ruvolo, perfettamente allineato allo stile di Renzi e Crocetta, continua a fare proclami, ai quali non seguono fatti concreti. Da mesi sentiamo dire dal Sindaco che L’Ultima Cena andrà a Milano, ma cosa c’è di concreto?”, scrive Aiello.
Con l’ennesimo annuncio sui giornali il Primo Cittadino aveva infatti proclamato di aver trovato un gruppo di sponsor, i quali avrebbero finanziato i costi, non soltanto del restauro del gruppo sacro, ma anche per il suo trasporto a Milano. Il Sindaco aveva inoltre annunciato che i nomi dei finanziatori sarebbero stati resi noti nel corso di una conferenza stampa appositamente convocata anche per illustrare i dettagli del trasferimento della più grande Vara del Govedì Santo, conferenza stampa che però non è stata più convocata.
Il Consigliere fa notare che “L’Ultima Cena”, così come tutte le altre Vare del Giovedì Santo, è sottoposta a vincolo per cui non può essere spostata se non viene informata la Sopraintendenza che deve autorizzare. Nonostante ciò il Sindaco continua a confermare che la Vara a Settembre sarà presente a Milano, ma dell’inizio dei lavori di restauro ancora non se ne parla”.
L’esponente di Forza Italia ricorda per tanto che su LA SICILIA di qualche giorno fa il Sopraintendente ai beni culturali, Lorenzo Guzzardi, ha dichiarato: “Tutti hanno fatto e continuano a fare annunci sul completamento del restauro della Vara e del suo trasporto a Milano per essere esposta all’Expo, ma nessuno ha informato la Sopraintendenza di questi progetti, né ha chiesto l’autorizzazione. Non ci risulta nulla.”
“Lo scorso anno su L’Ultima Cena è stato effettuato un piccolo restauro a mani, piedi e visi – dichiara Oscar Aiello –  intervento per il quale si sono resi necessari circa 2 mesi di lavoro. Adesso  invece – aggiunge il Consigliere d’Opposizione – il restauro riguarderà  la coloritura delle statue ed il consolidamento della base sulla quale poggia l’intero gruppo. Si tratta quindi di un intervento di restauro più complicato e lungo rispetto al precedente per cui, a parere di alcuni esperti, non ci sarebbero più i tempi tecnici per finire i lavori prima dell’annunciata partenza per l’Expo”.
Per mettere fine alla discussa vicenda, il Consigliere Oscar Aiello ha chiesto al Sindaco:

  1. Quali sono i nomi degli sponsor disposti a finanziare restauro e spedizione della Vara;
  2. Se i soldi necessari per tale operazione sono già materialmente disponibili, o se sono soltanto delle promesse di pagamento;
  3. Perché i lavori di restauro non sono ancora iniziati;
  4. Considerato che si è in ritardo con l’inizio lavori, se ci sono i tempi tecnici per poter effettuare il restauro con la dovuta serenità e senza fretta;
  5. Quanto costerà complessivamente il trasporto, inclusa l’assicurazione;
  6. Per quanti giorni la Vara rimarrà esposta all’Expo;
  7. Dove avverrà l’esposizione e se la Vara rimarrà al coperto o allo scoperto, al riparo dunque da eventuali intemperie;
  8. Come avverrà l’esposizione de “L’Ultima Cena” e se sarà affiancata da una promozione pubblicitaria di tutta la Settimana Santa tramite volantini cartacei, o meglio ancora tramite una presentazione in digitale;
  9. Oltre al trasferimento della Vara, cosa sta facendo l’Amministrazione comunale per promuovere Caltanissetta all’Expo.
Commenta su Facebook