Trasferimento ingegneria elettrica. Vizzini: “serve nuova deliberazione”, contestati contributi dati dal Consorzio

1382

Una nota è pervenuta in redazione a firma del preside Salvatore Vizzini, componente dell’assemblea dei soci del consorzio universitario di Caltanissetta, relativa al problema del trasferimento della sede del Corso di Laurea in Ingegneria Elettrica dalla sede di Via Real Maestranza a Palazzo Moncada, anche in riferimento al dibattito durante la trasmissione di Radio CL1 “Tony accesi”. Di seguito la nota integralmente riportata.

“Una struttura pubblica in quanto tale ha il dovere di offrire i suoi servizi ai cittadini e tenere conto delle esigenze dei fruitori di un servizio e non degli erogatori del servizio stesso. Questo vale per le scuole e ovviamente anche per il Consorzio Universitario. Non si riesce a capire perché non si tenga conto del parere contrario della stragrande maggioranza degli studenti di Ingegneria Elettrica, di gran parte dei docenti, di gran parte dei consiglieri comunali, del Sindaco e della Giunta e si continua a riaffermare l’idea di trasferire la sede di Ingegneria Elettrica da Via Real Maestranza a Palazzo Moncada. Per fare chiarezza occorre fare un passo indietro nel tempo. Circa tre anni fa il Consiglio Direttivo del Consorzio Universitario (di cui non faccio parte) deliberò che nel momento in cui gli studenti di Medicina avessero avuto la possibilità di trasferirsi al Cefpas quelli di Ingegneria Elettrica sarebbero stati trasferiti a Palazzo Moncada, tenuto conto del fatto che tre anni fa la sede di via Real Maestranza presentava alcuni problemi quali: infiltrazioni dal tetto, riscaldamento degli ambienti non adeguato, inagibilità della palestra. Nel corso di questi ultimi tre anni il Comune di Caltanissetta ha provveduto ad effettuare dei lavori di manutenzione che hanno eliminato le carenze riscontrate e in più è stato attivato l’impianto fotovoltaico, è stata resa agibile la palestra, è stato sistemato il parcheggio esterno e realizzata una scala di servizio. Alla luce di questi nuovi eventi in data 3 ottobre 2015 ho chiesto la convocazione dell’Assemblea dei Soci con all’ordine del giorno: “Problemi connessi con l’ipotesi di trasferimento del Corso di Laurea di Ingegneria Elettrica”. Non ho ricevuto nessuna risposta dal Presidente del Consorzio, ho reiterato la richiesta in data 23 Novembre 2015, ad oggi nessuna risposta. In riferimento alla trasmissione radiofonica Tonyaccesi del 06 Dicembre 2015 in cui sono stato chiamato in causa dal Dott. Giammusso vorrei precisare quanto segue:

Non faccio parte del Consiglio Direttivo del Consorzio Universitario, ma dell’Assemblea dei Soci. Il Consiglio Direttivo aveva approvato la delibera sul trasferimento di sede del corso di laurea di Ingegneria Elettrica. (A puro titolo informativo, fanno parte del Consiglio Direttivo: Dott. Michele Campisi – Sig. Emanuele Giuseppe Gallo – Dott. Damiano Li Vecchi – Dott. Salvatore Miccichè – Avv. Pasquale Giorgio Middione – Dott. Giorgio Giulio Santonocito – Dott. Giuseppe Scichilone – Dott. Claudio Torrisi. Fanno parte dell’Assemblea dei Soci: Sig. Emanuele Giuseppe Gallo – Dott. Angelo Lomaglio – Dott. Claudio Torrisi – Prof. Salvatore Vizzini).

Ho partecipato ad una riunione congiunta del Consiglio Direttivo e dell’Assemblea dei Soci in data 23 Aprile 2015 in cui si è discusso anche dell’ipotesi di trasferimento e ho ribadito la mia contrarietà. Ho espresso il pensiero che se la maggioranza avesse deliberato per il trasferimento, democraticamente mi sarei adeguato, obtorto collo, ai voleri della maggioranza e ho consigliato: “Se proprio si dovrà fare….che quanto meno si faccia all’inizio dell’anno accademico”. Quanto detto per evitare ulteriori disagi agli studenti che hanno già affittato le stanze in funzione della sede di via Real Maestranza. Quindi se il trasferimento si effettuerà durante l’anno accademico in corso si porrebbe per gli studenti lo stesso problema e disagio di cui il Presidente non sembra voler tener conto.

Nella stessa riunione congiunta è stata data lettura del verbale della seduta precedente del Consiglio Direttivo, di cui ribadisco non faccio parte, perché il posto che spetterebbe al Rappresentante del Comune, eleggibile dall’assemblea dei soci del Consorzio, è occupato dall’ex Sindaco Campisi, eletto negli anni scorsi dall’assemblea dei soci nel Consiglio Direttivo, carica da cui non si decade proprio perché elettiva. Ho potuto apprendere, in quella seduta, che il Consiglio Direttivo aveva deliberato, tra le altre cose, l’assegnazione della somma di € 8.000,00 per il Torneo di Tennis (di cui per inciso è socio il Presidente Giammusso) e di € 500,00 al Rotary Club di Caltanissetta (di cui per inciso era Presidente il Dott. Giammusso). In sede di riunione ho espresso la mia forte perplessità in ordine a quelle delibere. Con 8000 euro si potevano migliorare i servizi per gli studenti e lo scorso anno il Lions Club di Caltanissetta (per inciso Presidente il Preside Vizzini) aveva donato vari strumenti per il laboratorio di Elettrotecnica del Corso di Laurea in Ingegneria Elettrica. Conclusi ribadendo, nonostante la diversità di vedute, il massimo rispetto per le decisioni del Consiglio Direttivo.

L’ultima riunione dell’Assemblea dei Soci si è svolta il 15 Luglio 2015 per la trattazione dei sottoelencati punti all’ordine del giorno:

1) Formalizzazione della partecipazione all’Assemblea Generale del nuovo socio Cefpas;

2) Definizione, ai sensi dell’art.13, lettera d), del vigente Statuto, del “Programma Triennale, da aggiornare annualmente, delle attività del Consorzio”;

3) Avvio delle procedure programmatiche al fine dell’attivazione del Corso di Laurea in Scienze Infermieristiche;

4) Esame ed approvazione del bilancio consuntivo 2014;

5) Bilancio Preventivo 2015 – Bilancio Triennale 2015, 2016, 2017 – Programma triennale;

6) Richiesta del “Tavolo Unico di Regia per lo sviluppo e la legalità” di ingresso nella compagine sociale del Consorzio e deliberazione di ammissione di nuovo socio;

7) Varie ed eventuali.

I punti trattati furono approvati all’unanimità e probabilmente si riferisce a questa riunione il Presidente Giammusso quando parla di unanimità, ma tra i punti non si parlava di trasferimento di sede. Ma in ogni caso, ammesso e non concesso, è prassi democratica che un organo che in un dato contesto abbia assunto una deliberazione, lo stesso organo, cambiati i dati di contesto, possa riesaminarli e assumere le decisioni consequenziali. E’ per questo motivo che ho richiesto per due volte la convocazione dell’Assemblea dei Soci. Alla luce delle richieste degli studenti e di qualunque altro nuovo elemento, l’assemblea esamina, decide e se la maggioranza confermerà la decisione di trasferire la sede di Ingegneria Elettrica, chi è contrario, come me, ne prenderà atto e chiederà come in passato che sia fatto con il minor danno possibile agli studenti (ironia… il minor danno sarebbe lasciarli in Via Real Maestranza!), ai quali, a mio sommesso parere, va prestata la massima attenzione, come ho sempre fatto nei miei 40 anni di attività di Preside.

Un’ultima riflessione sul Centro Storico. “ Unicuique suum”: il compito di svolgere una politica di valorizzazione del Centro Storico appartiene all’Amministrazione Comunale. Il Consorzio Universitario ha il compito di offrire i migliori servizi agli studenti. Tertium non datur. Proprio per questo motivo, giustamente, sono stati trasferiti al Cefpas gli studenti di Medicina, in caso contrario sarebbero dovuti rimanere al Centro Storico e proprio per questo motivo gli studenti di Ingegneria Elettrica dovrebbero rimanere nella sede di Via Real Maestranza o addirittura essere trasferiti anche loro al Cefpas per creare una splendida sinergia con Medicina, attivando il corso di Ingegneria Biomedica. Al contrario non dando i servizi agli studenti, deportandoli (= trasferire qualcuno contro la propria volontà) a Palazzo Moncada, nulla vieta che gli studenti stessi possano decidere di trasferirsi altrove e così muore il Centro Storico e l’Università”.

Salvatore Vizzini

Componente dell’Assemblea dei Soci del Consorzio Universitario della Città di Caltanissetta designato in rappresentanza dell’Amministrazione Comunale di Caltanissetta.

7 Dicembre 2015

Commenta su Facebook