Tragedia a Gela. Poliziotto vittima di un colpo partito dalla sua arma.

767

Beretta pistola poliziaErano le otto di sera di lunedì quando un colpo di pistola al torace, pare accidentale, ha ucciso un poliziotto a Gela, nella sua abitazione di via Platani. Una tragedia tutta da decifrare per i colleghi della vittima, Orazio D’Arma, 52 anni, in servizio presso il reparto di polizia di frontiera marittima, trovato nel salotto di casa, al secondo piano di una palazzina del centro storico di Gela. Un colpo, secco, al torace, che ha colpito il cuore senza lasciare scampo e provocando la morte quasi certamente immediata.

Secondo una prima ricostruzione, ancora tutta da verificare, stava pulendo l’arma d’ordinanza, una Beretta calibro 9 lungo, quando sarebbe stato esploso un colpo accidentale . La moglie, Anna Morso, insegnante a Gela, ha trovato il marito già cadavere al suo rientro a casa. Le ipotesi sono quindi aperte, sebbene si prediliga l’incidente non si può ancora escludere altro. Oltre alla moglie, D’Arma lascia due figli.

Commenta su Facebook