Torregrossa: "Addio senza rimpianti al PDL". Lascia segreteria e partito

411

Raimondo TorregrossaIl deputato uscente del PDL alla Regione Siciliana, Raimondo Torregrossa, non rieletto alle consultazioni di domenica 28 ottobre, lascia la carica di segretario del PDL in provincia di Caltanissetta ma, soprattutto, lascia il partito, facendo quindi presagire un addio alla politica attiva. Non mancano le accuse a coloro i quali, pur professandosi simpatizzanti o addirittura iscritti hanno fatto votare un candidato diverso alla presidenza della regione.

“Per quanto mi riguarda prendo atto del risultato e, come le sentenze che non si commentano ma si applicano, ne traggo le conseguenze dimettendomi da Coordinatore Provinciale del Popolo della Libertà e, dopo aver fatto coerentemente e sino in fondo il mio dovere di iscritto, anche dal partito stesso”.

“Ringrazio comunque tutti quelli che mi hanno aiutato e mi sono stati vicini fino alla fine e anche coloro che, ricoprendo o meno, cariche all’interno del Pdl o professandosi simpatizzanti o addirittura iscritti al partito, hanno ritenuto opportuno non impegnarsi nel chiaro momento di difficoltà in cui versa il Pdl o addirittura fare votare candidati diversi da quelli presenti all’interno della lista del Popolo della Libertà”.

Musumeci  Campisi  Torregrossa e tutto PDL“Le recenti elezioni regionali – conclude l’ex deputato Regionale – hanno consegnato la vittoria al partito del non voto e a chi della protesta ne ha fatto una ragione di vita”, scrive Torregrossa in un comunicato laconico quanto determinato. “Fino al 28 Ottobre la Sicilia era governata, malissimo, da Raffaele Lombardo con Lumia, Cracolici, Crocetta e sostenuto a vario titolo da Grande Sud di Miccichè e dall’Udc di D’Alia; oggi la Sicilia sarà governata da Crocetta con Lumia, Cracolici, Lombardo e sostenuto dall’Udc di D’Alia e, quanto prima, anche da Grande Sud di Miccichè; la piccola parte di siciliani che si sono recati alle urne, gattopardescamente, hanno cambiato tutto per non cambiare nulla”.

Torregrossa raimondo mezzo

Commenta su Facebook