Torneo internazionale "CartaBcc Città di Caltanissetta", con sei tennisti tra i primi cento al mondo

358
Robin Haase

Sei tennisti tra i primi cento del mondo, due vincitori di passate edizioni, azzurri di Coppa Davis tra i partecipanti. Ecco in sintesi il quadro del XV torneo Challenger  “Carta Bcc” che dal 2 al 9 giugno sarà di scena sui campi del Tennis club Caltanissetta a Villa Amedeo. Un cast di alta qualità consolidato dalla grande tradizione acquisita dal sodalizio nisseno e rafforzato dall’aumento del montepremi, passato dalla scorsa edizione ad oggi da 64 ad 85 mila euro.

I  numeri della classifica Atp evidenziano i contenuti tecnici del torneo. Ad aprire la lista, l’argentino Leonardo Mayer, 25 anni, n. 62, vincitore in carriera di sette tornei challenger e altre otto volte finalista. Segue l’olandese Robin Haase, 26 anni, n. 67, componente della squadra orange di coppa Davis, ma a luglio scorso anche n. 33. In carriera ha vinto due prove dell’Atp Tour e tra gli otto tornei challenger conquistati anche quello di Caltanissetta nel 2010. Molto atteso il suo ritorno al club di Villa Amedeo per il grande spettacolo offerto tre anni fa in una competizione da lui quasi dominata. Per classifica segue il migliore dei tennisti azzurri, Simone Bolelli n. 84 Atp (ma anche n. 36 nel 2009), di Budrio in provincia di Bologna, 27 anni, componente della squadra italiana di Coppa Davis. Finalista al torneo Atp di Monaco nel 2008, vanta otto vittorie ed otto finali raggiunte nel circuito challenger. Ottimo doppista, quest’anno assieme a Fognini ha vinto a febbraio a Buenos Aires il suo terzo torneo di doppio. Quarto dei sei big, il russo Alex Bogomolov, n. 87, ma un anno e mezzo fa salito fino al n. 33 dell’Atp. Dieci le sue vittorie in carriera nel circuito challenger dove ha cominciato ad emergere da giovanissimo. Un altro olandese tra i favoriti: Thiemo De Bakker, 24 anni, tre stagioni fa n. 40 del mondo ed oggi n. 87, per via di alcuni stop per infortuni. Sette i suoi tornei challenger conquistati, più tre finali cedute. Infine a n. 100 l’argentino ventisettenne Martin Alund. Ma nella lista comunicata dall’Atp non sfuggono altri nomi di prestigio come il livornese Filippo Volandri per anni numero uno della squadra italiana di Coppa Davis ed oggi n. 111, come il trapanese Gianluca Naso, vittorioso sui campi nisseni nel 2008 e il veneto Matteo Viola, finalista nel 2011 superato dall’austriaco Haider Maurer. Altri giocatori italiani in predicato di ottenere l’ammissione al tabellone principale ci sono il siracusano Alessio Di Mauro, il campano Potito Starace e il ligure Alessandro Giannessi, i quali sperano in una wild card per evitare di affrontare le due qualificazioni. La manifestazione sarà presentata ufficialmente il 29 maggio alle ore 11:00 presso la sede di Villa Amedeo.

Commenta su Facebook