Torna in Brasile Padre Pedro Mendez, parroco di S.Agata al Collegio. Il saluto dell'ass. Gesù Nazareno

2523

padre_pedroDopo poco più di due anni Padre Pedro Mendez lascia la guida della Parrocchia di S. Agata. La notizia ha colto di sorpresa l’Associazione Gesù Nazareno e ha lasciato stupiti i soci che durante questi due anni avevano avuto modo di apprezzarLo per la sua semplicità, genuinità e umiltà. Il ricordo corre a quella Domenica di Gennaio del 2011, quando Padre Pedro, appartenente alla comunità dei Servi della Misericordia, fu immesso nel possesso canonico della Parrocchia, dal Vescovo di Caltanissetta, S.E. Mons. Mario Russotto. Chi ha avuto la fortuna di conoscerLo, ricorda la Sua voglia di apprendere subito la lingua, il Suo chiedere conferma all’Assemblea che partecipava alla Messa se avesse capito ciò che Egli aveva detto, le Sue parole semplici e profonde, con al centro sempre Dio.

I suoi colloqui si concludevano sempre con la frase “Sia fatta la volontà di Dio” e una benedizione. Anche quanto, avendo appreso della Suo imminente ritorno in Brasile, non gli abbiamo nascosto il nostro stupore e il nostro rammarico per essere stati vicini solo per poco tempo, Padre Pedro, con un sorriso, ci ha detto che il Signore vede molto lontano e ha concluso “Sia fatta la volontà di Dio”, dandoci un arrivederci e non un addio. La Comunità Parrocchiale, ivi compresa l’Associazione Gesù Nazareno sarà presente alla Chiesa di S. Agata di Caltanissetta, Sabato 4 Maggio alle ore 19,00, per partecipare alla celebrazione della S. Messa, presieduta da Mons. Russotto, durante la quale sarà dato il saluto ufficiale di questa Città a Padre Pedro Mendez. Il nostro augurio è che i confratelli di Padre Pedro, con in testa Padre Sergio, e le suore continuino a coltivare questo fiore di amore, fratellanza, tolleranza, amicizia e servizio, che Padre Pedro è riuscito a impiantare, in questa nostra terra nissena, spesso arida e sorda al richiamo dell’insegnamento evangelico. Arrivederci Padre Pedro; non ti dimenticheremo mai, così come siamo certi che anche Tu, così come ci hai assicurato, non ci dimenticherai mai.

Fonte: Associazione Gesù Nazareno – www.associazionegesunazareno.it

Commenta su Facebook