Torna in azione il rapinatore incappucciato. L'avvoltoio delle borsette posate sul sedile dell'auto.

560

furto-borsaIeri sera in via Amico Valenti è tornato in azione il famigerato rapinatore incappucciato di via Paladini e vie limitrofe. Intorno alle 19, un uomo dall’apparente età di 20 anni, media statura, non identificabile in volto, vestito di scuro, ha agito in modo fulmineo, rubando la borsetta di una donna che stava per salire in auto dopo aver acquistato frutta e verdura in un chiosco.

Il modus operandi è sempre lo stesso, come raccontano i residenti e i commercianti di via Paladini, via Borremans e via Amico Valenti, dove da settimane agirebbe il rapinatore incappucciato, sebbene in questo caso non si sarebbe servito di un vero cappuccio ma forse di una larga e lunga sciarpa.

L’uomo attende che la vittima, sempre una donna, completi le compere e quando sale in auto, poggi la borsa nel sedile passeggero. Nei pochi secondi che intercorrono tra l’atto di posare la borsa e l’ingresso nell’abitacolo, il rapinatore apre lo sportello in modo fulmineo, freddo e calcolato, prelevando la borsa e dandosi alla fuga. Misteriosa la capacità di dileguarsi. Nonostante le ricerche a tappeto, non vi è traccia di lui.

150 euro in contanti, il telefono cellulare e documenti. Questo il contenuto della borsa rubata.

Come detto nelle ultime settimane in via Paladini circola insistentemente voce di questi furti seriali da quello che i cittadini hanno battezzato come il rapinatore incappucciato. Un metodo consolidato e furbo di agire senza nemmeno toccare le vittime, tantomeno scippare o strappare la borsa. La tecnica si basa su un assunto. La donna che ha fatto la spesa, per posare la borsa sul sedile deve aver prima aperto la chiusura, ormai quasi sempre centralizzata, delle portiere. Così nel momento in cui meno se lo aspetta, ovvero quando è quasi entrata o appena entrata in macchina, il giovane apre lo sportello e preleva la borsa. “L’altro giorno una signora è stata derubata qui, davanti la macelleria”, ci spiega un residente di via Paladini. “C’è un po di allarme, mi hanno detto che questo ragazzo gira sempre in questa zona e che ha fatto diversi furti”, afferma una signora residente sempre in via Paladini. E così in via Amico Valenti, via Borremans e via Paladini i controlli delle forze dell’ordine sono stati intensificati.

Commenta su Facebook