Torna agli antichi splendori il San Michele Arcangelo, del Frattallone, restaurato.

2588

Nella gremita Sala conferenze del Museo Diocesano, si è svolta, giovedì 24 settembre, la cerimonia di presentazione della statua di San Michele Arcangelo, opera di Giuseppe Frattallone, restaurata da Belinda Giambra con il finanziamento del Rotary Club di Caltanissetta presieduto dall’avv. Marilia Turco. Visto l’approssimarsi della festività del Patrono di Caltanissetta, nulla potrebbe essere più pertinente.

La presidente del Rotary Club avv. Marilia Turco (1)
La presidente del Rotary Club avv. Marilia Turco

Hanno dato lustro alla manifestazione molte personalità, tra cui il presidente del Tribunale per i minori, dr Antonino Porracciolo, il Soprintendente ai BB.CC.AA. dr Lorenzo Guzzardi, l’europarlamentare on. Caterina Chinnici, il Direttore generale dell’ASP 2  Carmelo Iacono, il Direttore del Cefpas Angelo Lo Maglio, il presidente del Lions Rino Iannì oltre, naturalmente, S.E. il Vescovo Mario Russotto e molti esponenti della Curia Nissena.

Relatori il dr Arcangelo Lacagnina, l’avv. Pietro Milano, la restauratrice prof.ssa Belinda Giambra e l’arch. Belinda Giambra (1)Gianni Gruttadauria. Ad aprire i lavori dopo il saluto della segretaria del Rotary Tiziana Amato e della direttrice del Museo Diocesano prof.ssa Francesca Fiandaca,  la presidente del Rotary Marilia Turco  ha tenuto un breve discorso per lasciare subito la parola ai relatori. Breve saluto anche da parte di Maria Grazia Falzone in rappresentanza del Governatore del Distretto Rotary Sicilia – Malta.

Intervista alla presidente del Rotary avv. Marilia Turco

“Il Rotary – ha detto la presidente del Club nisseno –  è riuscito a realizzare questo dono che non è soltanto un dono che si fa al Vescovado ma è un dono che il Rotary desidera fare alla cittadinanza per la quale San Michele Arcangelo ha una grande importanza, essendo il Patrono della città”.

Intervista a S.E. il Vescovo Mario Russotto

Il Vescovo Mario Russotto con l'avv. Marilia Turco (8)
Il Vescovo Mario Russotto e il presidente Marilia Turco

Prendendo la parola, il dr Arcangelo Lacagnina ha parlato dell’impegno del Rotary per la tutela del patrimonio artistico mentre l’avv. Pietro Milano ha intrattenuto i presenti sulle molteplici località di culto di San Michele in Italia e in Europa. Più di cento, solo in Italia.

Il microfono, quindi, alla restauratrice Belinda Giambra, di San Cataldo, che ha frequentato la Scuola di alta formazione all’Istituto Centrale per il restauro a Roma.

 

 

Intervista alla restauratrice Belinda Giambra

L’intervento di restauro – ha detto la brava restauratrice – non è esclusivamente il ripristino di un valore estetico o della materia di un’opera d’arte ma, soprattutto in questo caso, è un momento culturale perché viste le ricerche svolte, sono venute fuori parecchie notizie sulla vita dell’artista, a noi in parte sconosciute”.

Intervista all’europarlamentare on. Caterina Chinnici

La statuetta di San Michele restaurata (2)È stata, quindi, la volta dell’arch. Gianni Gruttadauria che ha parlato della digitalizzazione 3D nella tutela delle opere d’arte. Questo, dopo avere armeggiato non poco con il computer che non voleva saperne di mostrare le immagini. Dopo qualche minuto di inutile attesa, il Vescovo che, com’è noto, non disdegna la battuta, cercando di alleggerire l’imbarazzo, ha detto “questo è il bello della diretta”. Risposta immediata da parte dell’ing. Manlio Averna che, facendo leva sull’assonanza delle due espressioni e indicando la vicina presidente del Rotary, avvocato, ha detto “e questa è la bella del diritto” suscitando l’ilarità di coloro che avevano udito la battuta, Vescovo compreso.

L'on. Caterina Chinnici con il Vescovo Mario Russotto
L’on. Caterina Chinnici con il Vescovo Mario Russotto

Al Vescovo il compito di concludere la serata con la svelatura della statua effettuata assieme a Marilia Turco e con un breve ma significativo intervento alla fine del quale, il presidente del Rotary gli ha donato un volume dal titolo “Nei panni siciliani”, raccolta di vestiario dal ‘600 al ‘900.

Lunghi scambi di saluti alla fine della manifestazione e palese soddisfazione della presidente  e di tutti i rotariani per l’innegabile successo della manifestazione.

Nota della Redazione:

a tutti coloro che volessero scaricare una o più foto pubblicate nell’articolo e/o nella fotogallery seguente, per farne uso pubblico, ricordiamo di citare la fonte “Radio Cl1″                                                                              

Cliccare sulle foto per ingrandirle e salvarle

 

Commenta su Facebook