Tony Accesi: "Caro assessore non sono bastati 26 inviti per avere l'onore di rivolgerle le domande"

1448

Carissimo assessore Falci, baci e abbracci dallo staff di “Tony Accesi”
Sono tante, anzi tantissime le domande che vorrei rivolgerle potendola guardare negli occhi. In verità è da 26 puntate che ho vanamente tentato di averla negli studi di Rado cl 1, 26 domeniche che per un motivo o per un altro non ha avuto la possibilità di concedermi neanche un minuto del suo tempo. In verità una soluzione l’avevo trovata, la nostra è un’emittente radiofonica, si sente solo la voce. Quindi per non rubarle neanche quel minuto pensai all’uso del comodo telefono, ma ahimè  neanche questa comoda soluzione ha trovato riscontro.
Caro assessore, capisco che lei è alla guida dell’assessorato più scomodo e delicato del nostro comune, fortemente inquinato dalla politica delle segreterie, degli accordi più democratici cristiani della vecchia democrazia cristiana. Sono sincero non la invidio, qui se non si corre si perdono milioni di finanziamenti, le strade diventano una groviera, i quartieri non si recuperano, il centro storico sarà un salotto solo per 200 metri ed una cucina abbandonata per il restante. Qui se non si corre siamo fuori.
Di contro, vedendola all’opera  20 ore su 24 e costatando personalmente la sua onnipresenza a Palazzo municipale, sono certo che Lei, un progetto ce l’ha, avrà una sua idea sul come, dove,quando e perchè Caltanissetta decolli attraverso il recupero urbano anzitutto.
Beh, non sono bastate 26 domeniche di inviti per avere l’onore di ospitarla a Tony Accesi ed in fondo comprendo che proprio la  Domenica, per Lei,è l’unico giorno in cui si riconcilia con la natura, tuffandosi nelle pittoresche campagne che ci attorniano ed immortalando con la sua macchina fotografica flora e fauna.
Però dico, tra uno scatto e l’altro, sedersi comodamente sotto una quercia e partecipare al dibattito per  una decina di minuti non sarebbe stato più…diciamo da “assessore”?
Una buona domenica assessore Falci.
                                                                                              Tony Maganuco
 

Commenta su Facebook