Ticket giornaliero e commissione. Protesta migranti rientra dopo interlocuzione con la Polizia

751

Scoppia l’ennesima protesta degli ospiti del Cara di Pian del Lago.
Un centinaio di richiedenti asilo questa mattina ha inscenato una protesta pacifica che ha comunque richiesto l’intervento delle forze dell’ordine. Sul posto i poliziotti delle volanti che hanno interloquito con i migranti, facendo rientrare poco dopo la protesta.
A scatenare il malcontento i presunti ritardi con cui i rifugiati ritengono di essere convocati dalla commissione per il riconoscimento dello status di rifugiato politico e la richiesta di un aumento del ticket giornaliero di 2 euro e cinquanta centesimi utilizzati per l’acquisto di piccoli beni, generalmente commutati in sigarette e comunque spesso utilizzabili solo tramite chiavette prepagate presso gli stessi distributori del CARA.
La Polizia ha fatto presente che tali ticket sono stabiliti da tabelle ministeriali e la protesta è rientrata.
(Foto Repertorio)

Commenta su Facebook